Contributi ai Comuni destinati alla costituzione di parchi tematici per la diffusione e formazione alla cultura d'impresa verde, innovativa e sostenibile, sul territorio regionale.

L’Amministrazione regionale concede contributi -  ai sensi dell'art. 4, comma 51 della L.R. 13/2019 - a favore dei Comuni per l'acquisto di aree e di immobili da destinare alla realizzazione dei parchi tematici.

I parchi tematici saranno finalizzati alla diffusione e alla formazione alla cultura d’impresa verde, innovativa e sostenibile e saranno luoghi in cui conoscenze, competenze, esperienze e ricerca, di elevato profilo, verranno messi a disposizione delle imprese, delle associazioni di categoria e dei professionisti nonché di altri organismi, operanti sul territorio regionale, che intendono affrontare un percorso di innovazione dei processi industriali, di sviluppo di tecnologie pulite, di utilizzo più efficiente delle risorse, di risparmio energetico, anche in una prospettiva di transizione verso un'economia circolare quale elemento di impulso della competitività.

Ii parchi tematici saranno, altresì, luoghi di educazione e di sensibilizzazione sulle tematiche ambientali e sul risparmio energetico anche nei confronti degli studenti e dei cittadini in generale.

 

Presentazione della domanda

La domanda di contributo è presentata entro il 13 dicembre 2019 , tramite posta elettronica certificata, alla Direzione centrale competente in materia di ambiente, utilizzando il modello di domanda disponibile su questa pagina.

La domanda dev'essere sottoscritta digitalmente dal soggetto competente in base all’ordinamento del Comune richiedente, e va corredata dalla seguente documentazione:

a)    la scheda tecnica, relativa all’intervento di acquisto sottoscritta digitalmente dal soggetto competente in base all’ordinamento del Comune richiedente;

b)    la relazione illustrativa con la corografia in scala 1:5000 recante la localizzazione del terreno o dell’edificio o del complesso di edifici, oggetto dell’intervento di acquisto;

c)    la perizia di stima del valore del terreno, o dell’edificio o del complesso di edifici, sottoscritta digitalmente dal soggetto competente in base all’ordinamento del Comune richiedente;

d)    l'indicazione dell’ammontare delle spese notarili di cui all’articolo 5, comma 1, lettera b)

 

Ritorna all'indice

Importo del contributo

Il contributo è assegnato nella misura del 90 per cento della spesa riconosciuta ammissibile con il procedimento valutativo a graduatoria, nei limiti delle disponibilità finanziarie previste dalla legge per ciascuno degli anni dal 2019 al 2021, attribuite secondo l’ordine della graduatoria.

Ritorna all'indice

Interventi finanziabili

Sono finanziabili gli interventi di acquisto che interessano le aree e gli immobili, da destinare alla realizzazione dei parchi tematici, di seguito indicati:

a) terreno edificabile con edifici preesistenti da demolire;

b) terreno edificabile privo di edifici preesistenti;

c) edificio o complesso di edifici insistenti sul medesimo lotto di terreno, da recuperare;

d) edificio o complesso di edifici insistenti sul medesimo lotto di terreno, già oggetto di un intervento di recupero;

e) edificio o complesso di edifici insistenti sul medesimo lotto di terreno, al grezzo;

f) edificio o complesso di edifici insistenti sul medesimo lotto di terreno, di nuova costruzione.

 

Ritorna all'indice

Spese ammissibili a contributo

Sono ammissibili a contributo:

a) le spese per l’intervento di acquisto;

b) le spese notarili;

c) l’IVA qualora costituisca un costo per il Comune.

Ai fini dell’ammissibilità a contributo, le spese devono essere sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda.

 

Ritorna all'indice