L’ AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) è un provvedimento che ricomprende tutti i titoli abilitativi in campo ambientale di cui un’impresa ha bisogno per iniziare e/o proseguire la sua attività.

COS'È L'AUA

Tutte le competenze in materia di ambiente che le norme nazionali e regionali assegnano alle Province del Friuli Venezia Giulia, sono state trasferite, dal 1 gennaio 2017, all'Amministrazione regionale.
Presso ogni capoluogo di Provincia, allo stesso indirizzo e con i precedenti numeri di telefono, sono stati mantenuti gli uffici periferici, che però ora fanno capo alla Direzione centrale ambiente ed energia della Regione, che assume la titolarità di tutti i procedimenti amministrativi pendenti.
Gli Sportelli Unici Attività Produttive (SUAP) indirizzano le istanze telematiche di autorizzazione unica ambientale alle seguenti caselle di posta elettronica certificata:
aua.go@certregione.fvg.it
aua.ts@certregione.fvg.it
aua.pn@certregione.fvg.it
aua.ud@certregione.fvg.it
in cui la sigla della provincia indica la competenza territoriale.

L’ autorizzazione Unica Ambientale (AUA) è un provvedimento disciplinato dal Decreto del Presidente della Repubblica n. 59 del 13 marzo 2013  che ricomprende tutti i titoli abilitativi in campo ambientale di cui un’impresa ha bisogno per iniziare o e/o proseguire la sua attività.

I titoli abilitativi assorbiti dall'AUA sono:

A) autorizzazione agli scarichi di cui al capo II del titolo IV della sezione II della Parte terza del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;

B) comunicazione preventiva di cui all'articolo 112 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, per l'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;

C) autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all'articolo 269 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;

D) autorizzazione generale di cui all'articolo 272 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152;

E) comunicazione o nulla osta di cui all'articolo 8, commi 4 o comma 6, della legge 26 ottobre 1995, n. 447;

F) autorizzazione all'utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura di cui all'articolo 9 del decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 99;

G) comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.

 

Con delibera 1350 dd. 19.07.2018 la Giunta regionale ha approvato le nuove linee guida operative sul procedimento di AUA:

Linee guida AUA

Tabella enti

Tabella procedura AUA

Ritorna all'indice

ONERI ISTRUTTORI

Il procedimento di AUA non prevede diritti di istruttoria, salvo quanto previsto per i singoli titoli abilitativi per i quali si invita a contattare direttamente il Soggetto competente al rilascio del relativo atto abilitativo.

Nel caso in cui l’AUA comprenda l’autorizzazione allo scarico di acque reflue industriali fuori fognatura di competenza regionale è previsto il versamento di 200 euro per diritti di istruttoria, da effettuarsi con le modalità (coordinate bancarie e capitolo) indicate nel seguito.

Per ulteriori informazioni si invita a consultare la pagina del SUAP in RETE:  AUA - Autorizzazione unica

 
COME EFFETTUARE I VERSAMENTI: COORDINATE BANCARIE
 
CAPITOLO ENTRATA VERSAMENTO DA CITARE NELLA CAUSALE DEL VERSAMENTO: CAPITOLO

Ritorna all'indice

Contatti

Servizio aua e disciplina degli scarichi

Paolo De Alti

direttore 

indirizzo TRIESTE - Via Carducci, 6
telefono 0403774189

Ritorna all'indice