Contributi alle associazioni senza scopo di lucro per l'organizzazione di eventi ecosostenibili.

L’Amministrazione regionale concede alle associazioni senza scopo di lucro contributi per l’o rganizzazione di eventi ecosostenibili che siano coerenti con le azioni descritte nel Programma regionale di prevenzione della produzione dei rifiuti approvato con decreto del Presidente della Regione n. 034/2016.

Il regolamento, approvato con decreto del Presidente della Regione n. 098 dell’8 maggio 2017, è pubblicato nel BUR n. 20 del 17 maggio 2017.

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 

La domanda di contributo per ogni singolo evento è presentata al Servizio disciplina gestione rifiuti e siti inquinati della Direzione centrale ambiente ed energia, dall’1 al 15 febbraio di ogni anno per ecofeste da organizzarsi sul territorio regionale entro il mese di febbraio dell’anno successivo a quello di presentazione della domanda. Per l’anno 2017 il termine è fissato al 17 luglio.

 

SPESE AMMISSIBILI A CONTRIBUTO

Sono ammissibili a contributo le seguenti spese da sostenere successivamente alla presentazione della
domanda:


a) spese di acquisto o noleggio per:
1) erogatori o dispositivi, caraffe o contenitori per la distribuzione di bevande alla spina;
2) stoviglie e posate compostabili o riutilizzabili;
3) contenitori compostabili, doggy bag, per l’asporto del cibo personale avanzato;
4) tovaglie e tovagliette compostabili con marchio Ecolabel o FSC o PEFC a condizione che su di essi
venga riprodotto il marchio regionale “ecofesta”;
5) tovaglie, grembiuli, indumenti degli addetti a condizione che siano riutilizzabili e che su di essi venga
riprodotto il marchio regionale “ecofesta”;
6) detersivi e detergenti biodegradabili.
 

b) spese di noleggio per:
1) contenitori per la raccolta differenziata;
2) lavastoviglie portatili;
 

c) spese di informazione, comunicazione, sensibilizzazione e formazione in tema di prevenzione della
produzione dei rifiuti o di sostenibilità ambientale per:

1) riproduzione, con inchiostri atossici ed ecologici, del marchio regionale “ecofesta” su tovaglie o
tovagliette compostabili con marchio Ecolabel o FSC o PEFC;
2) riproduzione, con inchiostri atossici ed ecologici, del marchio regionale “ecofesta” su tovaglie,
grembiuli, indumenti degli addetti a condizione che siano riutilizzabili;
3) manifesti e locandine a condizione che su di essi venga riprodotto il marchio regionale “ ecofesta”
con esclusione di volantini e opuscoli;
4) totem, plastificati, banner, vele a condizione che siano riutilizzabili e che su di essi venga riprodotto il
marchio regionale “ecofesta”;
5) pubblicità tramite siti internet, tv, sale cinematografiche, cartelloni luminosi, radio, annunci nei
centri commerciali o in occasione di altri eventi dell’ecofesta;
6) realizzazione nell’ambito dell’ecofesta di momenti educativi, attivi ed interattivi quali spettacoli,
giochi, laboratori, attività formative.

 

L’IVA è ammissibile a contributo solo se costituisce un costo per il beneficiario e non è da questi
recuperabile.

SPESE NON AMMISSIBILI A CONTRIBUTO

Non sono in ogni caso ammesse a contributo le spese per l’acquisto di alimenti e bevande.
 

RIFERIMENTI NORMATIVI

1. Articolo 4, commi 25 e 26, della legge regionale 29 dicembre 2016, n. 25 (Legge di stabilità 2017).

2. Regolamento approvato con decreto del Presidente della Regione n. 098/Pres. dell’8 maggio 2017, pubblicato nel BUR n. 20 del 17 maggio 2017.