Contributi fino al 100 per cento della spesa ammissibile per provvedere agli adempimenti relativi alla bonifica dei siti contaminati.
L’articolo 3, comma 10, della LR 20/2015 autorizza l’Amministrazione regionale a concedere ai Comuni contributi fino al 100 per cento della spesa riconosciuta ammissibile per provvedere, ai sensi dell’articolo 250 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale), agli adempimenti relativi alla bonifica dei siti contaminati di cui al Titolo V, della parte IV, del medesimo decreto legislativo, sulle aree del territorio comunale di proprietà pubblica o privata.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di contributo per ogni singolo intervento è presentata, dal soggetto competente ai sensi dell’articolo 48 della L.R. 18/2015, al Servizio disciplina gestione rifiuti e siti inquinati della Direzione centrale ambiente ed energia, entro il termine dell’1 marzo di ogni anno.

Ai sensi dell’articolo 3, comma 10, della LR 20/2015, la domanda di contributo per il 2019 è presentata dall’Unione territoriale intercomunale (UTI) per conto del Comune di riferimento, previa valutazione della coerenza della domanda con i contenuti del Piano dell’Unione previsto nell’a rticolo 17, comma 1, della LR 26/2014. I Comuni non aderenti ad alcuna UTI presentano la domanda direttamente alla Regione.

 

SPESE AMMISSIBILI A CONTRIBUTO

Sono ammissibili a contributo le spese indicate dall’articolo 5 del Regolamento e dall’art. 4 comma 5 della Legge Regionale 28 dicembre 2018, n. 29 ”Legge di stabilità 2019”, e più precisamente:

- la redazione del piano della caratterizzazione;

- l’esecuzione della caratterizzazione e modellizzazione di analisi di rischio;

- l’esecuzione della caratterizzazione;

- la modellizzazione di analisi di rischio;

- la redazione del progetto operativo di bonifica o di messa in sicurezza permanente/operativa

- esecuzione delle attività di messa in sicurezza d'emergenza o attuazione delle misure di prevenzione;

- l’esecuzione di monitoraggi

- l’esecuzione di indagini preliminari sul sito

RIFERIMENTI NORMATIVI

1. Articolo 3, comma 10 della legge regionale 6 agosto 2015, n. 20 (Assestamento del bilancio 2015 e del bilancio pluriennale per gli anni 2015-2017 ai sensi dell’articolo 34 della legge regionale 21/2007).
2. Regolamento approvato con decreto del Presidente della Regione n. 0177/Pres. del 28 agosto 2015, pubblicato nel BUR Supplemento ordinario n. 34 del 2 settembre 2015.