Di che cosa si tratta

Incentivi per il sostegno allo sviluppo di adeguate capacità manageriali delle società di gestione degli alberghi diffusi del Friuli Venezia Giulia.

Ritorna all'indice

Beneficiari

Possono beneficiare degli incentivi  le società di gestione degli alberghi diffusi in possesso dei seguenti requisiti:
a) iscrizione al Registro delle imprese presso la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura competente per territorio
b) sede legale o unità operativa nel territorio regionale
c) non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali, quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria
d) essere effettivamente operative.
    E'effettivamente operativa la società che:

  1. offre servizi alla comunità realizzati mediante almeno una convenzione, accordo o protocollo di intesa, stipulati con uno o più Comuni o Enti o Associazioni che operano sul territorio di competenza;
  2. garantisce un orario di apertura al pubblico della reception di almeno tre ore al giorno per sei giorni su sette (per almeno 270 giorni all’anno);
  3. provvede alla promozione delle unità abitative dell’albergo diffuso in modo diretto e senza l’i ntervento di soggetti terzi.
 

Ritorna all'indice

Iniziative finanziabili

Sono ammissibili le seguenti iniziative:


A) acquisizione di servizi di consulenza manageriale
Servizi di consulenza finalizzati alla definizione degli obiettivi e delle strategie aziendali, delle azioni gestionali, di supporto dell’impresa nel superamento delle situazioni di cambiamento connesse a fasi di sviluppo, a fasi di transizione, quali processi di successione nella gestione dell’impresa e a fasi di riorganizzazione economico-finanziaria

B) assunzione per il primo periodo di attività, nel limite massimo di 24 mesi, di personale manageriale altamente qualificato
Personale qualificato che opera, anche a livello di direzione generale, assumendo la responsabilità dei risultati contrattualmente definiti, svolgendo azioni volte al rafforzamento dell'impresa, anche attraverso l'affiancamento e l'accompagnamento dell’impresa, il trasferimento di buone pratiche e tecniche amministrative e gestionali, la riorganizzazione aziendale, il controllo di gestione; affianca l'azienda nel processo di crescita attraverso un'analisi diversificata delle varie aree di business e tramite l'apertura di nuovi mercati, il riposizionamento competitivo, la differenziazione, la valorizzazione dei punti di forza, il reengineering dei processi aziendali, lo sviluppo di nuove politiche di gestione delle risorse umane, di marketing e finanziarie con l'obiettivo di orientare scelte che possono comportare la revisione della business idea, la diversificazione delle attività aziendali, le alleanze strategiche e le partnership di scopo, la ristrutturazione organizzativa e gestionale, la ricerca dell'efficienza e i processi di riconversione aziendale.

  

Ritorna all'indice

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal giorno successivo a quello della presentazione della domanda (art. 5 del Regolamento), per:

a) acquisizione dei servizi forniti da imprese iscritte al Registro delle imprese o da consulenti che svolgono un’attività professionale la cui attività, così come classificata in base ai codici ISTAT ATECO risultanti dalla visura camerale o da documentazione equipollente, è coerente con la natura della consulenza fornita, e che possiedono comprovata esperienza nello specifico campo di intervento

b) compenso lordo spettante al personale manageriale altamente qualificato per le prestazioni rese, comprensivo dei contributi previdenziali e assistenziali a carico del datore di lavoro.

L’intensità dell’incentivo è pari al massimo al 50% della spesa ritenuta ammissibile, con un minimo di spesa ammissibile pari a € 5.000,00 ed un massimo pari a € 50.000,00 per l’acquisizione di servizi di consulenza manageriale e € 70.000,00 € per l'assunzione per il primo periodo di attività, nel limite massimo di ventiquattro mesi, di personale manageriale altamente qualificato.
 

Ritorna all'indice

Presentazione della domanda

La domanda di contributo, redatta secondo lo schema allegato all'avviso, sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante della società richiedente, deve essere inviata per via esclusivamente telematica tramite posta elettronica certificata all’indirizzo produttive@certregione.fvg.it .

La domanda è presentata dalle ore 10.00 di venerdì 10 novembre 2017 alle ore 16.30.00 di lunedì 20 novembre 2017.
Le domande presentate al di fuori dei suddetti termini sono archiviate.

La domanda deve essere corredata, in particolare, dalla documentazione atta a comprovare l’effettiva operatività della società:

  • offrire servizi alla comunità realizzati mediante almeno una convenzione, accordo o protocollo di intesa, stipulati con uno o più Comuni o Enti o Associazioni che operano sul territorio di competenza
  • garantire un orario di apertura al pubblico della reception di almeno tre ore al giorno per sei giorni su sette (per almeno 270 giorni all’anno)
  • provvedere alla promozione delle unità abitative dell’albergo diffuso in modo diretto e senza l’intervento di soggetti terzi
  • dichiarazione attestante il rispetto della normativa in materia di aiuti di Stato con particolare riferimento a quanto previsto dall’articolo 6 del Regolamento.

 

Ritorna all'indice

Concessione del contributo

Gli incentivi sono concessi tramite procedimento a sportello. Le domande presentate sono istruite secondo l’ordine cronologico di presentazione. Il Servizio competente in materia di turismo procede all'istruttoria delle domande di incentivo fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

Ritorna all'indice

Rendicontazione

La società beneficiaria presenta - mediante PEC - la rendicontazione attestante le spese sostenute entro il termine indicato nel provvedimento di concessione.

Per la rendicontazione la società beneficiaria presenta, in particolare:
a) copia dei documenti di spesa, annullati in originale dalla società beneficiaria con apposita dicitura relativa all’ottenimento dell’incentivo, costituiti da fatture o, in caso di impossibilità di acquisire le stesse, da documenti contabili aventi forza probatoria equivalente ovvero, nel caso di prestazioni di lavoro, da copia del contratto di lavoro e dalla busta paga
b) documentazione comprovante l’avvenuto pagamento
c) dichiarazione del beneficiario attestante la corrispondenza agli originali delle copie dei documenti di spesa di cui alla lettera a)
d) per le iniziative di cui all’articolo 4, comma 1, lettera a), relazione rilasciata dal personale manageriale altamente qualificato o dal soggetto prestatore di servizi di consulenza manageriale, descrittiva della prestazione prestata.

La rendicontazione può essere presentata anche con le modalità di cui all’articolo 41 bis della legge regionale 7/2000.
In caso di documenti di spesa redatti in lingua straniera è allegata la traduzione in lingua italiana.

Ritorna all'indice