Contributi per l’adozione di tecnologie di e-commerce, del sistema HACCP, di sistemi di qualità, per l’acquisto di beni mobili, per l’adeguamento degli immobili aziendali alle normative in materia di sicurezza contro la criminalità (legge regionale 29/2005, titolo VII, articolo 100).

Ente gestore

Centri di Assistenza Tecnica alle imprese commerciali (CAT).

Tipo di intervento e condizioni

Linea contributiva disciplinata dal regolamento emanato con decreto del presidente della regione n. 225/Pres del 26.11.2014.

Contributo in conto capitale concesso, secondo la procedura valutativa a graduatoria, a titolo de minimis, nella misura massima del 50% della spesa ammissibile compresa tra un minimo di € 3.000,00 e un massimo di € 26.000,00. Per gli investimenti relativi all’introduzione di sistemi di sicurezza il minimo è di € 1.500,00.

Finalità dell'intervento

Sostenere gli investimenti delle imprese relativi a:

- introduzione, uso e sviluppo del commercio elettronico;

- introduzione del sistema HACCP nelle imprese esercenti l’attività di somministrazione;

- introduzione dei sistemi di qualità;

- acquisto di beni mobili, quali autocarri, mezzi per la movimentazione delle merci, attrezzature, macchine d’ufficio e arredi;

- interventi di ammodernamento e adeguamento di immobili aziendali alle vigenti normative in materia di sicurezza;

- introduzione di sistemi di sicurezza per contrastare gli atti criminosi, quali impianti di allarme, blindature, porte e rafforzamento serrature, installazione di telecamere anti rapina e sistemi antifurto e antitaccheggio, vetri antisfondamento e antiproiettile, acquisto casseforti, nonché interventi similari.

Beneficiari

Le microimprese, piccole e medie imprese che operano nei settori del commercio, turismo e servizi (si veda a tale proposito l' allegato al  decreto del Direttore Centrale n. 1290/PROD/COMM del 15 luglio 2010), iscritte al Registro delle Imprese.

Presentazione delle domande

Le domande vanno presentate ai CAT dal 2 al 31 gennaio di ogni anno, prima di effettuare l’investimento.
Le singole domande possono essere presentate a mano, spedite mediante raccomandata con avviso di ricevimento o tramite posta elettronica certificata.
Il programma di investimento per cui si chiede il contributo dovrà riguardare esclusivamente uno dei sottoelencati interventi:

- commercio elettronico
- certificazione di qualità
- acquisti di beni mobili
- introduzione di sistemi di sicurezza
- ammodernamento e adeguamento degli immobili aziendali alle vigenti normative in materia di sicurezza.

Per ulteriori informazioni e per il fac simile della domanda si invita a contattare uno dei Centri di assistenza tecnica competente per territorio.