Contributi ad agenzie di viaggio e turismo per incrementare l'ingresso e la permanenza di turisti nel territorio regionale.

Linea contributiva in attesa di definizione nell'ambito della legge regionale 21/2016

 

Di che cosa si tratta
Incentivi per iniziative finalizzate alla vendita dei pacchetti turistici in Italia e all’estero, destinati a incrementare l’ingresso e la permanenza di turisti nel territorio regionale attraverso l’offerta di un prodotto turistico qualificato, con particolare riguardo per le località a minore vocazione turistica (LR 9 dicembre 2016, n. 21, art. 64).
Gli incentivi saranno concessi secondo la regola del "de minimis".

Beneficiari
Le agenzie di viaggio e turismo aventi la sede legale oppure un’unità locale nel Friuli Venezia Giulia.

Iniziative finanziabili
Gli incentivi sono concessi per le seguenti iniziative:

a) promo-commercializzazione turistica della regione Friuli Venezia Giulia consistente, in particolare, in workshop, sales promotion, allestimenti standistici in altre regioni italiane e all’estero
b) educational e press tour per operatori della domanda nazionale e estera da realizzarsi sul territorio regionale
c) realizzazione di cataloghi monografici di vendita del pacchetto turistico integrato, riguardanti esclusivamente la regione Friuli Venezia Giulia, nonché creazione di pagine pubblicitarie e allestimenti vetrinistici
d) partecipazione a fiere turistiche in Italia e all’estero finalizzata all’offerta del prodotto turistico
regionale.

Gli incentivi sono concessi a ciascun richiedente per non più di una iniziativa nello stesso anno solare.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese relative a:
a) tassa d’iscrizione
b) affitto della superficie espositiva, anche preallestita
c) allestimento della superficie espositiva, ivi compresi il noleggio delle strutture espositive, delle
attrezzature ed arredi, la realizzazione degli impianti, il trasporto ed il montaggio/smontaggio
d) realizzazione, produzione stampa e distribuzione di cataloghi tematici

Non sono ammesse le seguenti spese:
a) IVA e altre imposte e tasse, valori bollati e oneri finanziari
b) trasferte del titolare, dei soci e dei dipendenti dell’impresa.

La spesa complessiva ammissibile per la realizzazione delle iniziative è compresa tra un minimo di 4.000 euro e un massimo di 51.646 euro.

Domande
Le domande di contributo dovranno essere presentate al Centro di Assistenza Tecnica alle imprese del terziario (CATT FVG) via PEC prima dell’avvio dell’iniziativa a cui si riferiscono.
L’istruttoria sarà effettuata dal CATT FVG.