Alberghi o hotel, motel, villaggi albergo, residenze turistico alberghiere o aparthotel o hotel residence, alberghi diffusi e country house-residenze rurali


STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE 

Che cosa sono
Sono strutture ricettive alberghiere gli esercizi ricettivi aperti al pubblico che forniscono alloggio, servizi generali centralizzati ed eventualmente vitto e servizi accessori (LR 21/2016, art. 22, c. 1).



Alberghi o hotel
Dotati di almeno sette camere o unità abitative o suite, ubicate in uno o più stabili o in parte di stabile. Il numero delle unità abitative o delle suite non deve prevalere sul numero delle camere (LR 21/2016, art. 22, c. 3).
I requisiti minimi per la classificazione sono indicati nell' allegato A e nell' allegato B della LR 21/2016.

Motel
Dotati di almeno sette camere o unità abitative ubicate in uno o più stabili o in parte di stabile, nonché del servizio di autorimessa con box o parcheggio, per tanti posti macchina o imbarcazioni quante sono le camere o le unità abitative, servizio di assistenza ai turisti motorizzati, di rifornimento carburante, di ristorante o tavola calda e di bar (LR 21/2016, art. 22, c. 4). 
I requisiti minimi per la classificazione sono indicati nell' allegato A e nell' allegato B della LR 21/2016. 

Villaggi albergo
Dotati di almeno sette unità abitative dislocate in più stabili, in un'unica area perimetrata (LR 21/2016, art. 22, c. 5).
I requisiti minimi per la classificazione sono indicati nell' allegato A e nell' allegato B della LR 21/2016.

Residenze turistico alberghiere o aparthotel o hotel residence
Forniscono alloggio e servizi accessori esclusivamente o prevalentemente in unità abitative (LR 21/2016, art. 22, c. 6).
I requisiti minimi per la classificazione sono indicati nell' allegato A e nell' allegato B della LR 21/2016.

Alberghi diffusi
Sono finalizzati al miglior utilizzo del patrimonio edilizio esistente e al recupero degli immobili in disuso attraverso la promozione di forme alternative di ricettività e la valorizzazione della fruizione turistica dei beni naturalistici, ambientali e culturali del territorio rurale e urbano.
Sono costituiti da unità abitative e servizi centralizzati, quali uffici di ricevimento, sala a uso comune, eventuale ristorante/bar dislocati in uno o più edifici separati.
I servizi centralizzati sono garantiti anche attraverso convenzioni con altre strutture ricettive alberghiere o pubblici esercizi prevedendo, in tal caso, distinzioni per lo svolgimento dei servizi.
I posti letto non possono essere inferiori a ottanta (LR 21/2016, art. 22, c. 7).

Country house - Residenze rurali
Sono dotate di camere con eventuale angolo cottura e/o di unità abitative con servizio autonomo di cucina, da un numero minimo di quattordici a un massimo di ventiquattro posti letto.
Sono situate in aperta campagna o in piccoli borghi rurali, derivate dalla ristrutturazione e dall'ammodernamento di fabbricati rurali o case padronali e loro annessi, dotate di servizio di ricevimento, di ristorazione e bar per i soli alloggiati, di una sala comune ed eventualmente attrezzature sportive e ricreative (LR 21/2016, art. 22, c. 8). 
I requisiti minimi per la classificazione sono indicati nell' allegato C della LR 21/2016.

Negli alberghi o hotelmotel  e residenze turistico alberghiere o aparthotel o hotel residence l'attività ricettiva può essere svolta anche in dipendenze che possono essere ubicate in immobili diversi purché posti nelle immediate vicinanze della sede principale (LR 21/2016, art. 24).  

I requisiti minimi ai fini della classificazione degli alberghi o hotel, motel, villaggi albergo e residenze turistico alberghiere sono indicati nell'allegato A e nell'allegato B della LR 21/2016.
Quelli riferiti alla classificazione delle country house-residenze rurali sono indicati nell'allegato C della LR 21/2016.

E' residenza d'epoca la struttura ricettiva turistica ubicata in edifici di particolare pregio storico-architettonico assoggettati ai vincoli previsti dal Codice dei beni culturali e del paesaggio (DLgs 42/2004).



Come avviare una struttura ricettiva alberghiera
L'apertura di esercizio di struttura ricettiva è subordinata alla presentazione della Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA) allo sportello unico per le attività produttive (SUAP) del Comune territorialmente competente.
L'avvio dell'attività può essere iniziata dalla data della presentazione della SCIA.

Sportello Unico Attività Produttive - regime per l'avvio >