Agevolazioni per i Consorzi di sviluppo economico locale, i Consorzi di bonifica e il Consorzio per l’Acquedotto del Friuli Centrale per avvalersi delle professionalità che già prestavano servizio presso l’Aussa-Corno e l’Agemont.

Beneficiari
Possono beneficiare del contributo i Consorzi di sviluppo economico locale che hanno concluso le operazioni di riordino previste dalla normativa vigente in materia, i Consorzi di bonifica e il CAFC Spa (Consorzio per l’Acquedotto Friuli Centrale).

Spese ammissibili
Sono ammissibili gli oneri connessi all’assunzione del personale non dirigente già in servizio presso il Consorzio per lo sviluppo industriale della zona dell'Aussa-Corno in liquidazione, nonché presso l'Agenzia per lo sviluppo economico della montagna in liquidazione, con contratti di lavoro subordinato di cui all’articolo 2094 del codice civile, a tempo indeterminato o determinato, di durata non inferiore ai ventiquattro mesi, anche parziale.
Gli oneri riguardano:
a) la retribuzione lorda diretta e differita corrispondente allo stipendio base, i ratei di tredicesima e di quattordicesima se previsti dal contratto di lavoro, e il trattamento di fine rapporto
b) i contributi previdenziali e assistenziali.

Regime di aiuto
I contributi sono concessi in applicazione del regolamento (UE) n. 1407/2013.

Intensità della contribuzione e divieto di cumulo
Il contributo è concesso nella misura massima del 100 per cento della spesa ammissibile, fino ad un massimo di cinquantamila euro per ciascuna assunzione effettuata.
In materia di cumulo si applica l’articolo 5, comma 2 del regolamento (UE) n. 1407/2013.

Modalità di presentazione della domanda
La domanda di contributo, sottoscritta con firma digitale dal legale rappresentante dei soggetti richiedenti, è presentata entro il 16 ottobre, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata (PEC) all’i ndirizzo economia@certregione.fvg.it. prima dell’assunzione di ciascuna unità di personale da assumere.
La domanda ed i relativi allegati sono redatti utilizzando i modelli approvati con decreto del Direttore centrale competente in materia di attività produttive.

Procedimento contributivo
I contributi sono concessi mediante procedimento valutativo a sportello ai sensi dell’a rticolo 36, comma 4, della legge 20 marzo 2000, n.7, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.