DI CHE COSA SI TRATTA

Concessione di sovvenzioni per il finanziamento di programmi personalizzati di pre-incubazione e incubazione d’impresa, finalizzati alla realizzazione di progetti di creazione o di sviluppo di nuove imprese caratterizzati da una significativa valenza o da un rilevante connotato culturale e/o creativo, a valere sul bando approvato con deliberazione n. 2492 della Giunta regionale del 14 dicembre 2017.
Di seguito sono riportati gli elementi di sintesi del bando, cui si rinvia per maggiori approfondimenti.
 

Ritorna all'indice

BENEFICIARI

Possono beneficiare delle sovvenzioni concesse per il finanziamento di programmi personalizzati di pre-incubazione e incubazione d’impresa:
a) gli aspiranti imprenditori, come di seguito meglio precisati:
1. persone fisiche, singolarmente ovvero raggruppate in Team di progetto,
2. soggetti di diritto privato, diversi dalle persone fisiche, senza finalità di lucro,
che si assumono l’impegno a costituire impresa nel territorio regionale secondo le norme di diritto civile e commerciale vigenti entro e non oltre i 90 (novanta) giorni successivi alla scadenza del termine finale dell’Operazione, secondo le modalità e le condizioni meglio precisate nel bando;
b) le imprese culturali e creative così come definite all’articolo 2, comma 1, lettera b), regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese o al REA (Repertorio Economico Amministrativo) presso la CCIAA competente per il territorio da meno di 24 (ventiquattro) mesi alla data dell’11 dicembre 2017. Con specifico riferimento ai liberi professionisti, il rispetto di anzidetto requisito è valutato in relazione alla data di comunicazione dell’Agenzia delle Entrate attestante l’avvenuto ricevimento della dichiarazione di inizio attività;
c) le imprese turistiche così come definite all’articolo 2, comma 1, lettera c), regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese presso la CCIAA competente per il territorio da meno di 24 (ventiquattro) mesi alla data dell’11 dicembre 2017.

Nel rispetto delle condizioni sopra elencate, possono beneficiare delle sovvenzioni per il finanziamento di programmi personalizzati pre-incubazione e incubazione d’impresa anche le imprese culturali, creative e turistiche non residenti nel territorio italiano, purché regolarmente costituite secondo le norme di diritto civile e commerciale vigenti nello Stato di residenza e iscritte nel relativo registro delle imprese.
Fra i requisiti di ammissibilità del candidato beneficiario si annovera il possesso della capacità amministrativa, finanziaria ed operativa del medesimo, riscontrato dal Comitato tecnico ai sensi dell’articolo 18, comma 2, lettera a), del bando.
 

Ritorna all'indice

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili a finanziamento i progetti a condizione che:
a) riscontrino il livello minimo di qualità progettuale, valutato dal Comitato tecnico ai sensi dell’articolo 18, comma 2, lettera b);
b) abbiano una durata compresa tra un minimo di 12 (dodici) ed un massimo di 18 (diciotto) mesi
 

Ritorna all'indice

TIPOLOGIE DI SERVIZI DI SUPPORTO ALLO SVILUPPO IMPRENDITORIALE DEI PROGETTI E TIPOLOGIE DI SERVIZI ACCESSORI AMMISSIBILI

Il programma personalizzato di pre-incubazione e incubazione d’impresa prevede:
a) l’erogazione dei servizi di supporto allo sviluppo imprenditoriale del progetto specificati nel Catalogo, di cui all’Allegato A) al bando, che verranno realizzati dall’Incubatore certificato preposto, con il coordinamento tecnico operativo di AREA Science Park;
b) l’acquisizione di eventuali ulteriori servizi accessori di cui all’articolo 8, comma 2, del bando, ed in particolare:
1) acquisizione in leasing e noleggio di strumenti ed attrezzature;
2) acquisizione di servizi di consulenza;
3) acquisizione di prestazioni e lavorazioni;
4) acquisizione di beni immateriali.
Detti servizi sono acquisiti da AREA Science Park a vantaggio del Beneficiario, nel rispetto delle procedure ad evidenza pubblica, non devono essere correlati all’attività ordinaria d’impresa, bensì devono essere strettamente correlati alla realizzazione del progetto.
 

Ritorna all'indice

DOTAZIONE FINANZIARIA E LIMITI DI AIUTO

La dotazione finanziaria del bando è pari ad euro 1.300.000,00 (unmilionetrecentomila,00) di fondi POR.
La sovvenzione concessa per la realizzazione dei programmi personalizzati di pre-incubazione e incubazione d’impresa non può essere superiore ad euro 65.000,00 (sessantacinquemila,00).
In particolare:
a) i costi correlati ai servizi elencati nel Catalogo, di cui all’Allegato A) al bando, sono ricompresi tra un limite minimo di euro 21.000,00 (ventunomila,00) ed un limite massimo di euro 30.000,00 (trentamila,00), e sono stimati in relazione alla tipologia, al numero e alla durata dei servizi prescelti, nonché ai risultati progettuali attesi;
b) i costi correlati all’acquisizione degli eventuali ulteriori servizi accessori di cui all’a rticolo 8, comma 1, lettera b), è definita in misura complementare ai costi di cui alla lettera a), fino all’occorrenza dell’importo complessivo della sovvenzione richiesta.

I costi di cui alle lettere a) e b) sono ammissibili a rimborso purché strettamente correlati alla realizzazione del programma personalizzato di pre-incubazione e incubazione d’impresa.
 

Ritorna all'indice

INTENSITÀ DEGLI INCENTIVI

La sovvenzione è concessa al Beneficiario, a titolo di rimborso del 100% dei costi ammissibili stimati in relazione alla realizzazione del programma personalizzato di pre-incubazione e incubazione d’impresa, ed è corrisposta secondo le modalità previste dall’articolo 1269 del codice civile (delegazione di pagamento).

Ritorna all'indice

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA E CONCESSIONE DELLA SOVVENZIONE

 

Il candidato beneficiario può presentare un solo progetto a valere sul presente bando.
La domanda di sovvenzione è redatta e presentata attraverso il sistema informatico denominato FEG (Front End Generalizzato), in conformità alle modalità ed ai termini previsti agli articoli 14 e 15 del bando, accedendo al seguente link: http://istanze-web.regione.fvg.it/fegc
Ai limitati fini della corretta predisposizione e presentazione della domanda di sovvenzione tramite il sistema FEG, il libero professionista è assimilato alla persona giuridica e non alla persona fisica.
La domanda può essere presentata dalle ore 10.00 del giorno 16 gennaio 2018 alle ore 16.00.00 del giorno 22 marzo 2018. Ai fini del rispetto del termine di presentazione della domanda di sovvenzione, fa fede la data e l’o ra di convalida finale effettuata tramite il sistema FEG.
La selezione dei progetti è effettuata con procedura valutativa a graduatoria.
Entro 120 giorni decorrenti dalla scadenza del termine finale per la presentazione delle domande di sovvenzione è approvata la graduatoria dei progetti ammissibili a finanziamento e dei candidati beneficiari ammessi a partecipare al procedimento di formazione della Convenzione di sovvenzione.
Il Responsabile del procedimento comunica al candidato beneficiario l’inserimento nella graduatoria dei progetti ammissibili a finanziamento, e contestualmente invita il medesimo a partecipare ad un calendario di incontri finalizzato a concordare, unitamente ad AREA Science Park ed all’Incubatore certificato preposto, i contenuti discrezionali del programma personalizzato di pre-incubazione e incubazione di impresa.
La concessione della sovvenzione al Beneficiario avviene a seguito della sottoscrizione di apposita Convenzione entro 60 (sessanta) giorni dalla comunicazione di cui sopra.
 

Ritorna all'indice

OBBLIGHI E VINCOLI DEI BENEFICIARI

Il Beneficiario attua il programma personalizzato di pre-incubazione e incubazione di impresa nel rispetto degli obblighi, dei limiti, dei termini e delle condizioni prescritti dal bando e definiti nella pertinente Convenzione di sovvenzione, fatte salve le variazioni dell’Operazione disciplinate dall’articolo 21 del medesimo.
Il Beneficiario è tenuto a rispettare gli obblighi elencati all’articolo 26, ed il vincolo di stabilità di cui all’articolo 27 del bando.
In particolare:
– l’attività di impresa oggetto di finanziamento non deve cessare o essere rilocalizzata al di fuori del territorio regionale per la durata di 3 (tre) anni decorrenti dalla data di conclusione dell’Operazione sovvenzionata;
– i soggetti di cui all’articolo 4, comma 1, lettera a), punto 1), devono eleggere e mantenere il domicilio legale sul territorio regionale, continuativamente, per tutta la durata dell’Operazione sovvenzionata;
– i Beneficiari di cui all’articolo 4, comma 1, lettera a), che hanno attivato il modulo conclusivo dell’Operazione, devono costituire impresa nel territorio regionale entro e non oltre i 90 (novanta) giorni successivi alla data di scadenza del termine finale dell’Operazione.
 

Ritorna all'indice