Incentivi triennali a mediateche.

La Regione promuove la costituzione e lo sviluppo nel territorio di un sistema regionale di mediateche, operanti almeno a livello di Unione territoriale intercomunale, quali organismi qualificati e tecnologicamente adeguati per la gestione di servizi per:

a) l'accesso e la fruizione delle opere e dei documenti audiovisivi da parte delle istituzioni scolastiche, universitarie e di tutti i cittadini;
b) la diffusione della cultura e del linguaggio cinematografico e audiovisivo;
c) la promozione della documentazione audiovisiva e multimediale del territorio;
d) la conservazione, digitalizzazione e catalogazione del patrimonio audiovisivo, in collaborazione con l'Istituto regionale per il patrimonio culturale del Friuli Venezia Giulia e con la Cineteca del Friuli, anche al fine di garantire standard di gestione del patrimonio cinematografico e audiovisivo che tengano conto in particolare degli specifici regolamenti della Federazione Internazionale degli Archivi dei Film (FIAF).

L'Amministrazione regionale sostiene l'attività delle mediateche tramite il finanziamento annuale a progetti o a programmi d'iniziative e attività triennali di rilevanza regionale.

Con Regolamento Regionale 15/Pres. di data 1 febbraio 2016, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione n.6 del 10 febbraio 2016, sono definiti i requisiti dei beneficiari, le modalità di presentazione della domanda di finanziamento e del rendiconto, le modalità di selezione dei soggetti da ammettere a finanziamento, la composizione e i compiti della commissione valutativa, le modalità di quantificazione della quota delle risorse da assegnare per ciascun soggetto, le tipologie di spese ammissibili ai fini della rendicontazione del finanziamento e le tipologie e la percentuale di spese generali di funzionamento ammesse, le modalità di verifiche e controlli, le modalità di concessione ed erogazione del contributo e di eventuali anticipi, nonché eventuali ulteriori effetti dell'ammissione al finanziamento. Con il medesimo regolamento sono altresì fissati i termini del procedimento. 

La domanda di finanziamento va trasmessa esclusivamente via PEC, con le modalità stabilite dal Regolamento, entro il 1° marzo 2016, utilizzando la modulistica scaricabile dal menù a destra.” vengano sostituite come segue: “La domanda di finanziamento per il 2017, seconda annualità del triennio 2016-2018, va trasmessa esclusivamente via PEC, con le modalità stabilite dal Regolamento, entro il 31 gennaio 2017, utilizzando la modulistica scaricabile dal menù a destra.