Incentivi triennali per la realizzazione di festival, festival multidisciplinari, rassegne e concorsi di spettacoli dal vivo, nonché stagioni musicali o attività concertistiche.

La Regione promuove e finanzia progetti triennali di rilevanza internazionale, nazionale o regionale aventi ad oggetto la realizzazione, prevalentemente in ambito regionale, di festival, festival multidisciplinari, rassegne e concorsi nei settori del teatro, della musica, della danza o della multidisciplinarietà, nonché stagioni musicali o attività concertistiche.
 
A tale scopo, l'Amministrazione regionale sostiene i progetti proposti da organismi di produzione, programmazione o promozione, che organizzino festival, festival multidisciplinari, rassegne e concorsi nei settori del teatro, della musica, della danza o della multidisciplinarietà, nonché stagioni musicali o attività concertistiche, tramite il finanziamento annuale a progetti o a programmi d'iniziative e attività triennali di rilevanza regionale. Dei contributi possono beneficiare i soggetti di diritto privato, diversi dalle persone fisiche, senza finalità di lucro o con obbligo statutario di reinvestire gli utili e gli avanzi di gestione nello svolgimento delle attività previste nell'oggetto sociale, e società cooperative che per statuto svolgono attività esclusivamente o prevalentemente culturali o artistiche, che gestiscono la produzione e la realizzazione dei festival di spettacolo dal vivo, dei festival multidisciplinari, di rassegne di spettacolo dal vivo, di stagioni o attività concertistiche di musica e danza e di concorsi come definite dal Regolamento.


Con Regolamento Regionale 0238/Pres. di data 7 dicembre 2016, pubblicato sul Supplemento Ordinario n.54 del 12 dicembre 2016 al Bollettino Ufficiale della Regione n. 49 del 7 dicembre 2016, e quindi in vigore dal 13 dicembre 2016, sono definiti i requisiti dei beneficiari, le modalità e termini di presentazione della domanda di incentivo e del rendiconto, le modalità di selezione dei soggetti da ammettere a finanziamento, la composizione e i compiti della commissione valutativa, le modalità di quantificazione della quota delle risorse da assegnare per ciascun progetto, le tipologie di spese ammissibili ai fini della rendicontazione del finanziamento e le tipologie e la percentuale di spese generali di funzionamento ammesse, le modalità di verifiche e controlli, le modalità di concessione ed erogazione del contributo e di eventuali anticipi, nonché eventuali ulteriori effetti dell'ammissione al finanziamento. Con il medesimo regolamento sono altresì fissati i termini del procedimento.
La domanda di finanziamento va trasmessa esclusivamente via PEC, con le modalità stabilite dal Regolamento, entro il 12 gennaio 2017 (trentesimo giorno dall’entrata in vigore del Regolamento), utilizzando la modulistica scaricabile dal menù a destra.