COSA SONO

La Regione integra con 120 euro a bimestre le ricariche di 80 euro effettuate dallo Stato sulle Carte Acquisti dei beneficiari residenti in Regione.
 
Con la Carta Acquisti i beneficiari possono:
 
- effettuare acquisti presso negozi di generi alimentari, nelle farmacie e nelle parafarmacie abilitate;
- ottenere particolari sconti nei negozi convenzionati che sostengono il programma Carta Acquisti;
- pagare le bollette elettriche e del gas presso gli Uffici Postali;
- avere accesso diretto alla tariffa elettrica agevolata.
 
Le ricariche delle integrazioni regionali vengono effettuate da INPS successivamente alla ricarica della quota statale.

Ritorna all'indice

CHI NE HA DIRITTO

I beneficiari di Carta Acquisti residenti in un Comune della Regione, ovvero gli anziani di età superiore o uguale a 65 anni o i bambini di età inferiore a tre anni (in questo caso il titolare della Carta è il genitore) che siano in possesso di particolari requisiti previsti dalla legge.

 

AVVERTENZA IMPORTANTE: A partire dalla ricarica del bimestre di settembre-ottobre 2019 le integrazioni regionali non spettano se il beneficiario è componente di un nucleo familiare beneficiario di Reddito/Pensione di Cittadinanza.

Per effetto dell’incompatibilità l’importo delle integrazioni regionali non verrà più sottratto dall’importo spettante al nucleo a titolo di Reddito di Cittadinanza come invece si verificava nei bimestri precedenti.

Ritorna all'indice

COME OTTENERLE

Per ottenere le integrazioni regionali non è necessario alcun adempimento aggiuntivo da parte di coloro che al momento della presentazione della richiesta di Carta Acquisti sono residenti in Regione, in quanto in tal caso le integrazioni regionali vengono corrisposte automaticamente.

Se invece la persona è già beneficiaria di Carta Acquisti e trasferisce la residenza in Regione, per ottenere le integrazioni regionali è necessario presentare presso una sede INPS il modello di variazione dati Carta Acquisti (modello per beneficiario ultrasessantacinquennemodello per beneficiario minore di tre anni).

Se il beneficiario delle integrazioni regionali trasferisce la residenza fuori Regione è tenuto ugualmente a presentare il modello di variazione anagrafica, pena la restituzione delle integrazioni indebitamente percepite.

Si ricorda che per ricevere le ricariche con continuità è necessario che ci sia sempre un ISEE in corso di validità.

 

Ritorna all'indice

DOVE RIVOLGERSI

Per ulteriori informazioni sulla Carta Acquisti consultare il sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze o il sito di Poste Italiane.
 

Per informazioni riguardanti esclusivamente le integrazioni regionali è possibile chiamare il numero 0432 805645 attivo il martedì dalle 14.00 alle 16.00 oppure scrivere una e-mail all'indirizzo consulenza.reddito@regione.fvg.it

Ritorna all'indice