Di cosa si tratta

Per i veicoli provenienti dall'estero, prima di procedere alla immatricolazione, è necessario presentare una richiesta di parere presso qualsiasi sede del Servizio Motorizzazione Civile Regionale.
 
La documentazione richiesta varia a seconda che il veicolo sia nuovo o già circolante all'estero.

Se il veicolo da immatricolare non è conforme a un tipo omologato  l’immatricolazione è subordinata all’ accertamento dei dati di identificazione e dei requisiti di idoneità alla circolazione mediante un successivo collaudo.

Come peraltro indicato nella modulistica,  i costi per l'immatricolazione comprensivi di diritti amministrativi, imposta di bollo e costo delle nuove targhe (in caso di esito favorevole) sono indicativamente di € 85 (dipende dal formato delle targhe) a cui possono aggiungersi € 25 per il collaudo,  se necessario.  

Ritorna all'indice

Documenti e modalità per presentare la domanda

Il modello varia a seconda della provienienza del veicolo (UE SEE o extra UE SEE) e dalla modalità di acquisto. L'elenco dei documenti da presentare in allegato alla richiesta sono indicati all'interno dei rispettivi modelli.


Richiesta di parere per il collaudo e/o l’immatricolazione di un veicolo di provenienza UE/SEE (Unione Europea o Spazio Economico Europeo) :

 

Richiesta di parere per il collaudo e/o l’immatricolazione di un veicolo di provenienza extra UE/SEE (Unione Europea o Spazio Economico Europeo).

 

Richiesta di parere per il collaudo e/o l’immatricolazione di un veicolo proveniente da una particolare circoscrizione territoriale della UE/SEE (Unione Europea o Spazio Economico Europeo).

1. San Marino 7. Isole di Helgoland
2. Principato di Monaco 8. Territorio di Buesingen
3. Isole Canarie e Gibilterra 9. Dipartimenti d’oltremare Francesi
4. Livigno 10. Ceuta
5. Campione d’Italia 11. Melilla
6. Monte Athos 12. Isole Aland

Ritorna all'indice