Che cos’è l’ID_UNITA’

Quando un edificio/manufatto in amianto viene inserito nell’Archivio Regionale Amianto (A.R.Am) ottiene un codice alfanumerico che lo identifica univocamente chiamato  ID_Unità.

Se l’edificio ha più elementi in amianto (come ad esempio pavimento e tetto)  l’ID_Unità viene sostituito con  ID_Punto (ogni ID_Punto è associato ad un elemento in amianto).

Chi lo deve usare?

Tutti i proprietari che intendo effettuare lavori di bonifica, pubblici o privati.

Gli edifici pubblici sono inseriti d’ufficio su tutti i Comuni della Regione, mentre per quanto riguarda gli edifici di proprietà privata o Aziende, posseggono l’ID_Unità solo se risiedono nell’elenco dei Comuni mappati con il telerilevamento regionale.

Quando si usa?

Nel momento in cui un edificio mappato in ARAm viene sottoposto ad attività di bonifica è necessario comunicare alla ditta autorizzata all’esecuzione dei lavori il codice ID_Punto (o ID_Unità qualora coincidano). Tale codice alfanumerico sarà inserito dall’impresa che effettua i lavori, secondo le modalità specifiche, nell’applicativo dedicato alla medicina del lavoro e consentirà alla Direzione Ambiente di verificare lo svolgimento delle attività di bonifica nel rispetto  della normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e in materia di rifiuti. Una volta terminata la bonifica e ricevuta la quarta copia del formulario, la ditta incaricata, a garanzia di tali attività, potrà “chiudere” la pratica.

Come si usa

Con decreto del direttore di servizio n.4732/AMB del 21/11/2019 è stato approvato il documento “Modalità di inserimento dei dati in MELAm” che dà indicazioni sulla corretta compilazione dell’applicativo e le modalità di utilizzo dell’ID_UNITA’.

Questo documento è rivolto esclusivamente alle ditte iscritte all’Albo gestori rifiuti che si occupano della bonifica di amianto

Come posso controllare che sia stato usato correttamente?

Il proprietario del bene oggetto di bonifica potrà verificare che la ditta esecutrice abbia utilizzato il codice ID_UNITA’ facendosi consegnare l’attestato di convalida (tale documento è lo stesso richiesto nelle pratiche di concessione di contributi regionali) sul quale viene indicato l’ID utilizzato.

Il corretto inserimento delle informazioni sarà desumibile anche dalla Regione tramite la visura diretta in ARAm: Lo stato del punto censito passerà da “da bonificare” a “bonificato” e l’aggiornamento della mappatura sarà concluso.

Nel caso in cui un’azienda o un privato cittadino non ricordi il proprio ID?

E’ possibile chiedere informazioni direttamente al proprio Comune (nel caso di comuni sottoposti a mappatura regionale) oppure scrivere a progetto.amianto@arpa.fvg.it o antonella.damian@regione.fvg.it indicando nome cognome del proprietario, ubicazione dettagliata dell’edificio.