Quando si visita un'area naturale protetta ci sono alcune norme di comportamento che devono essere rispettate al fine di garantire la tutela e la conservazione della biodiversità presente al suo interno.
Queste norme non sono tutte uguali e sono disciplinate dal regolamento del Parco e della Riserva che disciplina anche le attività permesse entro il proprio ambito territoriale.

 

All'interno di un parco o di una riserva è vietato:

 

accendere fuochi
divieto di accendere fuochi
raccogliere fossili
divieto di raccogliere fossili
pic-nic fuori dalle aree
divieto di fare pic-nic fuori dalle apposite aree
raccogliere
fiori
divieto di raccogliere fiori
lasciare
rifiuti
divieto di lasciare rifiuti
pescare

divieto di pesca
emettere suoni/grida
divieto di emettere suoni e grida
passeggiare fuori i sentieri
divieto di passeggiare fuori i sentieri
raccogliere
funghi
divieto di raccogliere funghi
cacciare

divieto di caccia
fare equitazione

divieto di equitazione
balneazione zone interdette
divieto di balneazione nelle zone interdette
circolare con veicoli

divieto di circolazione veicoli a motore

 

Sono proibiti inoltre:

 

  • Sono proibiti inoltre: l'uccisione, la cattura e il disturbo, nonché il danneggiamento, la distruzione e il prelievo di nidi, tane ed uova di ogni specie animale, fatto salvo quanto previsto dai regolamenti, al verificarsi delle condizioni di cui all'art. 54 del Codice Penale, i casi fortuiti o di necessità e le normali operazioni connesse con le attività agricole e selvicolturali;
  • l'introduzione di ogni mezzo distruttivo e di cattura della fauna selvatica, senza espressa autorizzazione dell'organo gestore; l'introduzione o la reintroduzione da parte di soggetti diversi dall'Organo gestore specie animali selvatiche;
  • l'introduzione di specie vegetali estranee alla flora spontanea dell'area protetta senza espressa autorizzazione dell'Organo gestore;
  • il taglio e il danneggiamento delle piante arboree monumentali segnalate in apposita cartografia e provviste di cartello e di tutte le specie arboree di particolare importanza per la fauna puntualmente individuate dall'Organo gestore;
  • la raccolta e la distruzione delle specie vegetali di particolare importanza naturalistica in quanto rarità peculiari dell'area protetta;
  • il pascolo non autorizzato sia su proprietà pubblica che privata;
  • l'apertura di discariche, l'attività estrattiva produttiva, l'emungimento delle acque dal sottosuolo, l'alterazione della morfologia del suolo, la bonifica di zone umide e lo stoccaggio di inerti;
  • la distruzione, l'alterazione o il prelievo di puntuali emergenze geomorfologiche, ideologiche, naturalistiche e paleonotologiche;
  • il campeggio libero;
  • il sorvolo e l'atterraggio di velivoli a motore a scopo turistico-amatoriale-sportivo;
  • la navigazione con qualsiasi tipo di natante o imbarcazione;
  • il transito con motoslitte e/o mezzi battipista non autorizzati dall'Organo gestore; - la realizzazione di vie ferrate;
  • le attività ricreative e turistiche svolte in contrasto con i regolamenti delle aree protette.

 

Altre attività sono permesse quali:

 

birdwatching


birdwatching
portare cani al guinzaglio

portare cani al guinzaglio
pic-nic campeggio nelle areepic-nic e campeggio nelle aree individuate
camminare
sui sentieri

camminare
fotografare e osservare

fotografare e osservare

 

 

Ulteriori informazioni possono essere richieste agli Organi gestori delle singole aree naturali protette.