Giovedì 3 maggio, alle ore 18.30 in Sala Pasolini del palazzo della Regione in via Sabbadini 32 a Udine, sono stati presentati i risultati di una ricerca sulle specie vegetali esotiche nel territorio regionale, con particolare riferimento a quelle invasive, condotta nel 2017 dal Museo Friulano di Storia Naturale di Udine e dai Servizi paesaggio e biodiversità della Regione e Fitosanitario dell’ERSA.

Sono di seguito scaricabili: la relazione e gli interventi di presentazione.

- Aggiornamento della check-list della flora aliena regionale . Specie esotiche in Friuli Venezia Giulia: le cause di un successo. Presentazione di M. Buccheri e F. Boscutti .

- Linee guida e strumenti operativi per la prevenzione, eradicazione e contenimento delle  specie vegetali esotiche invasive. Presentazione di A.Carpanelli e M.Valecic.

- Relazione finale dell’accordo di collaborazione Regione-MFSN per lo studio, monitoraggio e divulgazione ai fini della prevenzione e contrasto alla diffusione di specie vegetali neofite invasive potenzialmente invasive e di rilevanza unionale. In appendice:Tabelle II- VIII (check list e liste specie).


Risultati dell’accordo di collaborazione tra il Servizio paesaggio e biodiversità della Regione e il Museo Friulano di Storia Naturale:

A) le invasioni biologiche in generale e quelle delle specie vegetali in particolare, sono un tema di grande attualità ed importanza, sia a livello internazionale che nazionale.

B) i problemi arrecati dalle specie vegetali esotiche invasive sono molteplici: inquinamento biologico degli ecosistemi autoctoni con perdita della biodiversità e dei servizi ecosistemici ad essa correlati, compromissione dei sistemi agricoli, danni alla salute umana e ai manufatti.

C) in seguito all’approvazione del Regolamento UE n.1143/2014 e alla recente pubblicazione del Decreto legislativo n. 230/2017, il tema ha acquistato visibilità e le amministrazioni pubbliche dovranno programmare misure idonee per contenere il fenomeno nei prossimi decenni.

D) nella prospettiva di definire uno specifico piano d’azione regionale per il controllo delle specie esotiche invasive, la Regione ha stipulato un accordo di collaborazione con il Museo Friulano di Storia Naturale per l’aggiornamento della check-list delle specie vegetali esotiche del Friuli Venezia Giulia.

A partire dalla check-list è stato poi possibile analizzare le principali cause della diffusione in Regione tra i fattori cruciali: l’assetto del territorio e una corretta informazione.

Sempre nell’ambito dell’accordo di collaborazione sono state elaborate delle linee guida per la futura gestione delle specie vegetali esotiche presenti in Regione al fine di prevenire l’i ngresso di nuove entità e limitare il più possibile la diffusione di quelle già presenti nel territorio.

La lotta alle specie aliene andrà condotta a vari livelli ed anche i cittadini potranno avere un ruolo importante informandosi e curando le proprietà, a partire dal proprio giardino.