Contributi per la valorizzazione delle produzioni agricole in forma congiunta nei territori montani.

Al fine di contrastare l'abbandono dei territori montani secondo quanto previsto dalla legge regionale 24/2019, la Regione concede contributi a sostegno di iniziative di valorizzazione delle produzioni agricole realizzate dalle imprese in forma congiunta ed integrata localizzate nei territori montani, per la realizzazione di progetti di investimento diretti a favorire la continuità dell’offerta, migliorare la logistica e concentrare, conservare, trasformare e commercializzare i prodotti agricoli.

Beneficiari degli aiuti sono i soggetti, quali a titolo esemplificativo associazioni di imprese, società, consorzi o reti d’impresa, costituiti da imprese che operano in almeno una delle seguenti attività:
a) produzione di prodotti agricoli, allevamento e attività connesse;
b) trasformazione di prodotti agricoli anche in prodotti non agricoli. 

I beneficiari devono essere costituiti da almeno dieci imprese agricole con unità tecnico-economica nel territorio montano, cioè localizzate nei comuni o centri abitati classificati come zone A, B o C nell’allegato alla deliberazione della Giunta regionale n. 3303/2000, di cui almeno sei devono avere un’unità tecnico-economica nelle zone B e C. 

I contributi sono concessi a titolo “de minimis”, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, per le seguenti spese ammissibili:
a) acquisto, costruzione, adeguamento, manutenzione straordinaria, ristrutturazione o ampliamento di beni immobili;
b) acquisto di macchinari e di attrezzature;
c) spese di promozione nel limite massimo del 10% delle spese di cui alle lettere a) e b);
d) spese tecniche, generali e amministrative, nel limite massimo del 10% delle spese di cui alla lettera a);
e) costo dell’Imposta sul valore aggiunto (IVA) relativa alle spese di cui alle lettere da a) a d), nel caso in cui la stessa non sia recuperabile ai sensi della legislazione vigente. 

L’intensità del contributo è pari all’ 80% delle spese ammissibili.

La domanda, sottoscritta dal legale rappresentante del beneficiario e delle singole imprese che lo costituiscono e che partecipano al progetto, è redatta secondo il modello allegato ed è presentata a partire dal 1 febbraio 2021 tramite PEC alla Direzione centrale competente in materia di agricoltura, foreste e montagna, all'indirizzo competitivita@certregione.fvg.it 

Non c'è scadenza per la presentazione delle domande.