DI COSA SI TRATTA - INTERVENTI FINANZIABILI

L'articolo 30 bis della legge regionale 11 agosto 2014, n. 16, dispone che l'Amministrazione regionale, in un'ottica di integrazione multidisciplinare tra valorizzazione del patrimonio culturale, sostegno a sviluppo economico e innovazione e rafforzamento della formazione, supporta interventi finalizzati a promuovere i luoghi della cultura regionali, anche come ambienti idonei per nuove forme di apprendimento permanente in ambito formale e informale, nonché ad arricchire il contesto territoriale attraverso progetti di valorizzazione ed esplorazione dello spazio urbano, anche mediante la realtà virtuale e aumentata e forme innovative di allestimento di spazi per la realizzazione di atmosfere creative, intelligenti e formative, in sinergia con le traiettorie di sviluppo della strategia di specializzazione intelligente regionale”.

In particolare sono finanziabili progettualità triennali dirette all'allestimento, arredo, acquisizione dell'attrezzatura e della dotazione tecnologica di spazi e di archivI, fino al 100% della spesa ammissibile, (lett. a), nonché alla realizzazione di progetti multidisciplinari relativi ad attività culturali, creative e formative (lett. b).

Beneficiari sono i soggetti senza finalità di lucro previsti dall'articolo 4, comma 2 bis, della L.R. 11 agosto 2014, n. 16.

Ritorna all'indice

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Al fine della concessione dei contributi, i soggetti gestori degli spazi presentano domanda, entro il 30 ottobre di ogni anno, alla Direzione centrale competente in materia di cultura corredata:

a) di una relazione illustrativa del progetto unitamente al relativo cronoprogramma di realizzazione e del quadro economico di spesa, per gli interventi di cui al comma 2, lettera a);

b) di una relazione illustrativa contenente gli elementi necessari alla valutazione della domanda e del preventivo di spesa, per i progetti di cui al comma 2, lettera b).

La modulistica è a disposzione nell'apposito box, a destra nella pagina.

Per il triennio 2022-2024, la domanda va inviata via PEC all'indirizzo cultura@certregione.fvg.it entro le ore 24.00.00 di martedì 2 novembre 2021.

Ritorna all'indice

CRITERI DI VALUTAZIONE

La graduatoria delle domande è approvata con deliberazione della Giunta regionale, su proposta dell'Assessore competente in materia di cultura di concerto con gli Assessori competenti in materia di formazione e attività produttive, sulla base dei seguenti criteri:

a) per gli interventi di cui alla lettera a) del comma 2 dell'articolo 30 bis:

1) valorizzazione di collezioni e di archivi creativi e di design presenti sul territorio regionale;

2) supporto a progetti di rilevanza internazionale radicati nel tessuto istituzionale del territorio;

3) creazione di spazi multimediali e percorsi sensoriali suscettibili di richiamo culturale, creativo, educativo e turistico;


b) per gli interventi di cui alla lettera b) del comma 2, dell'articolo 30 bis:

1) quantità e qualità di mostre ed esposizioni temporanee e permanenti a carattere internazionale;

2) quantità e qualità di percorsi didattici e formativi, anche professionalizzanti;

3) quantità e qualità di laboratori sulla creatività come strumento per lo sviluppo sostenibile e integrato;

4) quantità e qualità di workshop e progetti specialistici sulla creatività come strumento per lo sviluppo sostenibile e integrato;

5) quantità e qualità di eventi e convegni a carattere seminariale.


 

Ritorna all'indice