Concessione dei contributi nella forma del credito d’imposta a favore di soggetti che effettuano erogazioni liberali per progetti di promozione e organizzazione di attività culturali e di valorizzazione del patrimonio culturale.

Presentazione

L'Art bonus FVG, istituito dalla Regione per avviare un'azione congiunta tra pubblico e privato a sostegno delle attività e dei beni culturali, consiste nella concessione dei contributi nella forma di credito d’imposta a favore dei soggetti che effettuano erogazioni liberali per progetti di promozione e organizzazione di attività culturali e di valorizzazione del patrimonio culturale, in attuazione dell’articolo 7, commi da 21 a 31 della legge regionale 6 agosto 2019, n. 13 (Assestamento del bilancio per gli anni 2019 – 2020 – 2021 ai sensi dell’articolo 6 della legge regionale 10 novembre 2015, n. 26) e del d.P.Reg. 196/2019

Dal 1 marzo 2021 è aperto il termine per la presentazione delle domande di contributo sull’Art bonus FVG. I beneficiari possono trasmettere le domande di contributo entro le ore 16:00 del 30 ottobre 2021 attraverso il sistema "Istanze On Line" .

I promotori possono trasmettere le richieste di accreditamento ed i progetti d'intervento esclusivamente tramite PEC. La documentazione deve essere sottoscritta con firma digitale, non essendo più ammessa la firma autografa.

Ritorna all'indice

Beneficiari

Possono beneficiare del credito di imposta i seguenti soggetti:

  • le persone fisiche
  • le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese che, alla data della presentazione della domanda di contributo, soddisfino i requisiti di cui all’Allegato I al regolamento (UE) n. 651/2014
  • le grandi imprese
  • le fondazioni (comprese le fondazioni bancarie, solo per gli anni 2021-2022)

Tali soggetti devono possedere, tra gli altri, i seguenti requisiti:

  • avere la sede legale o operativa in Friuli Venezia Giulia alla data di presentazione della domanda
  • finanziare uno dei progetti presenti nell' Elenco dei progetti di intervento finanziabili
  • finanziare i progetti con un importo minimo, per il 2021, pari a:
  1. 2.000,00 euro per le micro imprese e le persone fisiche
  2. 3.000,00 euro per le piccole imprese
  3. 5.000,00 euro per le medie e grandi imprese e per le fondazioni (comprese le fondazioni bancarie)

L' ammontare dell'agevolazione riconosciuta ai beneficiari è pari al 40% sulle erogazioni liberali a sostegno dei progetti di promozione e organizzazione di attività culturali e dei progetti di valorizzazione del patrimonio culturale e del 20% sui progetti a valere sul cd. Art bonus nazionale.

Ritorna all'indice

Progetti finanziabili

I progetti finanziabili, oggetto delle erogazioni liberali, sono:

  • i progetti di intervento localizzati in Friuli Venezia Giulia aventi le finalità di  promozione e organizzazione di attività culturali o valorizzazione del patrimonio culturale
  • i progetti di intervento previsti all’ art. 1 del decreto legge 31 maggio 2014, n. 83 (Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura ed il rilancio del turismo), convertito, con modificazioni, dalla legge 29 luglio 2014, n. 106, localizzati in Friuli Venezia Giulia

I progetti finanziabili per il 2021 individuati dalla Giunta regionale entro il 28 febbraio 2021, sono inseriti nell' Elenco dei progetti di intervento finanziabili , aggiornato con cadenza almeno semestrale.

Ai sensi dell'art. 15 del d.P.Reg. 196/2019, sono inseriti nell’Elenco i seguenti progetti:

Art. 15, comma 2
• Progetti di intervento, presentati ai sensi dell’art. 13

Art. 15, comma 3
• Progetti triennali finanziati dalla L.R. 16/2014

Art. 15, comma 4
• Progetti annuali, finanziati dalla L.R. 16/2014, che abbiano ottenuto il punteggio minimo individuato con deliberazione della Giunta regionale

Art. 15, comma 7
• Progetti d’intervento previsti dall’art. 1 del D.L. 83/2014, convertito dalla legge 106/2014, localizzati in Friuli Venezia Giulia

Sono altresì inseriti nell’Elenco i progetti presentati dai seguenti soggetti:

Art. 15, comma 5
• Ente regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia (ERT)
• Istituzione musicale e sinfonica del Friuli Venezia Giulia, relativi all'attività istituzionale e di interesse pubblico ai sensi dell’art. 17 bis della L.R. 16/2014
• Associazione Cineteca del Friuli
• Centro di ricerca e archiviazione della fotografia (CRAF)
• Università popolare di Trieste
• Fondazione Aquileia
• dei soggetti gestori territoriali di ciascun sito Unesco regionale
• Museo regionale etnografico storico sociale - MESS

Art. 15, comma 6
• Musei comunali del Friuli Venezia Giulia
• Musei privati a rilevanza regionale inseriti nell’Elenco all’art. 8, comma 5 della L.R. 23/2015
• Sistemi bibliotecari (art. 25 della L.R. 23/2015)
• Biblioteche pubbliche di ente locale del Friuli Venezia Giulia di cui all’art. 29 della L.R. 23/2015
• Biblioteche di interesse regionale (art. 30 della L.R. 23/2015)
• Enti locali e altri soggetti titolari di archivi storici, ai sensi dell’art. 37 della L.R. 23/2015

Ritorna all'indice

Modalità di erogazione della liberalità

Le erogazioni liberali possono essere effettuate avvalendosi esclusivamente di uno dei seguenti sistemi di pagamento:

  • bonifico bancario
  • versamento su conto corrente intestato al soggetto promotore

Ritorna all'indice

Intensità dei contributi

Ai soggetti beneficiari è riconosciuto un credito d’imposta, nel rispetto della normativa europea in materia di aiuti di stato, nelle seguenti misure:

  • 40% delle erogazioni liberali destinate in favore dei progetti di cui all' articolo 9, comma 1, lettera a) del d.P.Reg. 196/2019, ovverosia a progetti di intervento localizzati in Friuli Venezia Giulia aventi le finalità di promozione e organizzazione di attività culturali o di valorizzazione del patrimonio culturale
  • 20% delle erogazioni liberali destinate in favore dei progetti di cui all’ articolo 9, comma 1, lettera b) del d.P.Reg. 196/2019, ovverosia ai progetti d’intervento previsti all'articolo 1 del decreto legge 31 maggio 2014, n. 83 (Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura ed il rilancio del turismo) convertito, con modificazioni, dalla legge 106/2014, localizzati in Friuli Venezia Giulia

In quest'ultimo caso, in sede di compilazione della domanda di contributo tramite il portale Istanze On Line, prestare particolare attenzione alla scelta del progetto da finanziare mediante erogazione liberale:

  • selezionare la tipologia di progetti d'intervento previsti all'articolo 1 del decreto legge 31 maggio 2014, n.83 (Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura ed il rilancio del turismo) convertito, con modificazioni, dalla legge 106/2014, localizzati in Friuli Venezia Giulia
  • selezionare l'ID (identificativo) corretto del progetto. I progetti ammessi all'Art bonus nazionale che possono beneficiare del credito di imposta regionale al 20%, sono contraddistinti con la lettera N nell'Elenco dei progetti ammessi all'Art bonus

Il credito di imposta regionale è, infatti, cumulabile con quello nazionale (65% Art bonus nazionale + 20% Art bonus Regione FVG).

Ritorna all'indice

Regime di aiuto

Ove applicabile, è possibile per i beneficiari scegliere tra i seguenti regimi di aiuto:

  • il regime de minimis relativo al settore di attività, ai sensi:  
    - del Reg. (UE) n. 1407/2013, con l'esclusione dei settori e tipologie di aiuto di cui all'articolo 1, paragrafo 1 del Regolamento medesimo
    - del Reg. (UE) n. 1408/2013, con l'esclusione dei settori e tipologie di aiuto di cui all'articolo 1, paragrafo 1 del Regolamento medesimo
    - del Reg. (UE) n. 717/2014, con l'esclusione dei settori e tipologie di aiuto di cui all'articolo 1, paragrafo 1 del Regolamento medesimo
  • il regime di aiuti di importo limitato, autorizzato dalla Commissione europea con decisione SA 57021, che consente alla Regione di concedere aiuti di importo limitato, ai sensi della sezione 3.1 del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del Covid-19, adottato dalla Commissione europea il 19 marzo 2020 e successive modifiche e integrazioni (si veda anche la delibera 996/2020, con la quale la Giunta regionale ha fissato le nuove regole che permettono ai soggetti che intendono effettuare un'erogazione liberale di accedere all'Art bonus regionale alle condizioni previste dal regime di aiuti di importo limitato)

I limiti massimi degli aiuti di importo limitato sono:

  • 800.000,00 euro per le imprese operanti in tutti i settori economici (inclusa la trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli)
  • 120.000,00 euro per le imprese operanti nel settore della pesca e dell'acquacoltura
  • 100.000,00 euro per le imprese operanti nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli

I soggetti che intendono effettuare un'erogazione liberale possono, quindi, accedere all'Art bonus regionale:

  • alle condizioni previste dai regolamenti de minimis
  • alle condizioni previste dagli aiuti di importo limitato
 

Ritorna all'indice

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria per il 2021 è pari a euro 1.500.000,00.

Ritorna all'indice

Domanda di contributo

I termini di presentazione delle domande di contributo da parte dei beneficiari per il 2021 sono dalle ore 8:00 del 1 marzo alle ore 16:00 del 30 ottobre 2021.

Può essere presentata una sola domanda di contributo per ogni progetto finanziabile.

Le domande possono essere presentate esclusivamente online attraverso il sistema "Istanze On Line" , che richiede un accesso “ forte" (es. tramite SPID o LoginFVG forte).

L' iter della concessione del credito d'imposta procede attraverso le seguenti tempistiche:

  • entro 20 giorni dalla data di ricevimento della domanda, è data al richiedente comunicazione di prenotazione del contributo nella forma di credito d’imposta
  • entro i successivi 30 giorni, il richiedente presenta alla Regione idonea documentazione attestante l’avvenuta erogazione liberale (bonifico, versamento su c/c intestato al soggetto promotore)
  • entro 60 giorni dal ricevimento della domanda, il contributo viene concesso con decreto del Direttore centrale competente in materia di cultura
 

Assistenza tecnica

È possibile richiedere assistenza tecnica per la  compilazione delle domande ad Insiel ai seguenti recapiti:

  • call-center al Numero Verde Gratuito 800 098 788 dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 18:00. Per chiamate da telefoni cellulari o dall’estero, contattare il numero  040 06 49 013 (il costo della chiamata è a carico dell’utente, secondo la tariffa del gestore telefonico)
  • e-mail assistenza.gest.doc@insiel.it  (le richieste inviate via e-mail verranno evase solo se inviate entro il giorno antecedente la scadenza dei termini di presentazione delle domande di contributo sull’Art bonus FVG) 
 

Ritorna all'indice

Promotori

I progetti di intervento possono essere promossi dai seguenti promotori:

  • i Comuni del Friuli Venezia Giulia
  • altri soggetti pubblici o privati senza scopo di lucro con sede legale o operativa in Friuli Venezia Giulia, che abbiano nello statuto o nell’atto costitutivo l'indicazione delle finalità prevalentemente o esclusivamente rivolte alla promozione, organizzazione e gestione di attività culturali, oppure alla valorizzazione del patrimonio culturale
  • le società cooperative con sede legale o operativa in Friuli Venezia Giulia, che abbiano nello statuto o nell’atto costitutivo l'indicazione delle finalità prevalentemente o esclusivamente rivolte alla promozione, organizzazione e gestione di attività culturali, oppure alla valorizzazione del patrimonio culturale
 

Domanda di accreditamento dei promotori

I promotori devono  accreditarsi, come previsto dal d.P.Reg. 196/2019, compilando il modulo “Domanda di accreditamento dei promotori”, scaricabile nella sezione Modulistica .

Si ricorda che sono automaticamente accreditati i seguenti soggetti:

  • i Comuni del Friuli Venezia Giulia
  • l’Ente regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia (ERT)
  • l’Istituzione musicale e sinfonica del Friuli Venezia Giulia
  • l’Associazione Cineteca del Friuli
  • Il Centro di ricerca e archiviazione della fotografia (CRAF)
  • l’Università popolare di Trieste
  • la Fondazione Aquileia
  • i soggetti gestori territoriali di ciascun sito Unesco regionale
  • il Museo regionale etnografico storico sociale - MESS
  • i musei comunali del Friuli Venezia Giulia
  • i musei privati a rilevanza regionale
  • i Sistemi bibliotecari
  • le biblioteche pubbliche di ente locale
  • le biblioteche di interesse regionale
  • gli enti locali e soggetti titolari di archivi storici

Ritorna all'indice

Presentazione dei progetti

Ai sensi dell'art. 13 del d.P.Reg. 196/2019, i  promotori devono trasmettere la domanda di presentazione dei progetti finanziabili compilando il modulo  “Presentazione dei progetti finanziabili da parte dei promotori accreditati” e la relativa documentazione, "Relazione illustrativa del progetto di promozione e organizzazione di attività culturali" oppure "Relazione illustrativa del progetto di valorizzazione del patrimonio culturale", scaricabili nella sezione Modulistica .

È possibile presentare i progetti di intervento da candidare all'Art bonus FVG per il 2021 durante tutto l'anno, esclusivamente attraverso Posta Elettronica Certificata (PEC) all'indirizzo cultura@certregione.it .

I progetti sono valutati dalla Commissione di valutazione.

È possibile presentare oltre a progetti annuali, anche progetti pluriennali con proiezione finanziaria annuale.
 

Ritorna all'indice

A chi chiedere informazioni

Regione Autonoma FVG
Direzione centrale Cultura e Sport
Ottavia Pitteri 040 3773458 – ottavia.pitteri@regione.fvg.it
Francesca Secco 040 3773479 – francesca.secco@regione.fvg.it.
 

Ritorna all'indice