La legge regionale 1/2005, articolo 4, commi 95, 96, 97, come modificato dalla legge regionale 18 luglio 2005, articolo 4, commi 26, 27, 28, prevede la possibilità di concedere contributi per la realizzazione di lavori su edifici da destinare a scuole materne.

La Regione finanzia gli interventi di investimento a favore delle scuole dell’infanzia pubbliche e private già dal 2005.

Negli anni sono stati finanziati diversi interventi sia in conto capitale che in conto interessi.  

DOMANDE

Le domande per accedere ai contributi possono essere presentate entro il 1 marzo di ogni anno, da parte degli enti proprietari e gestori delle scuole dell’infanzia come previsto dal Regolamento DPReg. 230/2005 ed è obbligatorio il cofinanziamento dell’intervento.

L’attuale regolamento non prevede che le domande debbano essere presentate con una modulistica precisa, ma in fase di istruttoria sarà richiesta la compilazione della scheda istruttoria allegata, quindi, per facilitare la presentazione delle eventuali domande si fornisce il modello.

Si informa che le nuove costruzioni e gli ampliamenti, al momento, non sono finanziabili, come stabilito dalla DGR 1002/2015.

GRADUATORIA 2016

Dec. 5343/2016 - Approvazione graduatoria
Allegato A - Graduatoria
Allegato B – Elenco non ammessi
Allegato C – Elenco domande

GRADUATORIE 2015

Enti pubblici

Dec. 2385 - Approvazione della graduatoria con allegati
Dec. 2386 - Scorrimento della graduatoria
Dec. 3476 - Secondo scorrimento della graduatoria


Privati   
 
Dec. 2538 - Approvazione della graduatoria con allegati

DOCUMENTI  (ENTI PUBBLCI)

 Elenco dei documenti per la concessione del contributo ai Comuni:

1. Cronoprogramma dei pagamenti, comprensivo delle fasi di progettazione e di esecuzione dei lavori. Si ricorda che il mancato rispetto del cronoprogramma può comportare la revoca del finanziamento (art. 56 c. 1 LR 14/2002). Il cronoprogramma è necessario per stabilire i termini di esigibilità previsti dal D.Lgs. 118/2011: ed è quindi importante che venga prevista la tempistica per le erogazioni ( SAL e rendiconto). Lo schema dovrà contenere i seguenti dati:
- data entro cui approvare progetto definitivo
- data entro cui approvare progetto esecutivo
- data di inizio i lavori
- eventuale data e importo richiesta pagamento spese progettazione
- data e importo (sull’importo totale del progetto per importi non inferiori al 30%) richiesta pagamento SAL
- data di fine lavori
- data rendicontazione e importo eventuale saldo

2. Dichiarazione del legale rappresentante (Sindaco o Responsabile del procedimento ) attestante :
a) la disponibilità delle aree e/o fabbricati sui quali insisterà l’intervento ovvero l’i ndicazione dell’acquisizione totale o parziale tramite esproprio o acquisto ( nel quadro economico);
b) le modalità di copertura della spesa prevista per la realizzazione dell’opera, con l’i ndicazione della sussistenza o meno di altri contributi pubblici per la progettazione e per la realizzazione dell’opera, eventualmente specificati per singoli canali contributivi;
c) la tipologia dei lavori ai sensi dell’art. 4 della L.R. 19/2009 e la categoria ai sensi del D.P.Reg. 0453/2005;
d) l’assunzione a carico dell’ente di ogni eventuale onere aggiuntivo necessario alla realizzazione dell’opera, non coperto da contributo regionale;
e) il CUP.

 

DOCUMENTI  (PRIVATI)

Modello A concessione privati
Modello B privati
Modello C privati
Modello E modalità pagamento
 

RENDICONTAZIONE (PRIVATI)

Documenti necessari alla rendicontazione:

- Lettera di trasmissione atti di rendicontazione (accompagnatoria)
- Dichiarazione sostitutiva di atto notorio del direttore dei lavori
- Dichiarazione sostitutiva di atto notorio del legale rappresentante
- Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (artt. 19 e 47 DPR 445 del 28 dicembre 2000)
- Dichiarazione di assoggettamento a ritenuta fiscale
- Richiesta modalità di pagamento
- Dichiarazione vincolo destinazione d’uso previsto dalla L.R. 7/2000 art.32