Informazioni generali e bollettini periodici sullo stato avanzamento lavori

   

Il bacino dell’Ambiesta, sito nel comune di Verzegnis, sarà soggetto nel prossimo periodo autunnale (da fine settembre all’inizio di dicembre) ad un intervento di rimozione selettiva del sedimento accumulato in prossimità dello scarico della diga, per ottemperare ad una precisa prescrizione dell’Ufficio Tecnico per le Dighe di Venezia.
 
È prevista la movimentazione/rimozione di materiale nella zona prospiciente lo scarico di fondo per evitare l’ostruzione degli organi di sicurezza e per mantenere la piena efficienza dello scarico e della presa. Il materiale da rimuovere dal bacino è costituito principalmente da limo e argilla e le caratteristiche sono tali da poter essere fatte fluire a valle (parametri chimico-fisici conformi ai valori limite).
 
La rimozione del sedimento avverrà attraverso il dragaggio e il pompaggio del materiale a bacino pieno. Il materiale estratto verrà miscelato e diluito con l’acqua dell’invaso e fatto fluitare a valle attraverso lo scarico di superficie, nel torrente Ambiesta e successivamente nel fiume Tagliamento.
 
La durata prevista per le operazioni è di 6-10 settimane, a seconda delle condizioni idrologiche.
 
Sono previsti particolari accorgimenti per minimizzare i possibili impatti sugli habitat a valle. Tra questi: una certa diluizione dal bacino di Ambiesta, interventi in alveo atti a favorire il mescolamento delle acque nel Tagliamento, interruzione dell’attività della centrale di Somplago durante alcuni interventi più delicati. È comunque da prevedersi un possibile “effetto di carattere visivo e cromatico”, paragonabile a quello determinato dalle piene naturali sulle prese di monte, che non determinerà effetti sulle biocenosi lacustri.
 
Le operazioni saranno costantemente monitorate da una “cabina di regia”, costituita su iniziativa della Giunta Regionale allo scopo di coordinare i controlli che gli Enti competenti (Regione, ARPA ed Ente Tutela Pesca) dovranno svolgere nel corso delle operazioni programmate, al fine di garantire il corretto svolgimento della rimozione dei sedimenti dal bacino di Ambiesta. Inoltre, grazie al supporto collaborativo del Corpo Forestale Regionale, sarà garantita una costante presenza di guardie forestali sul territorio, ai fini della vigilanza generale.
 
Questa amministrazione vuole essere vicina alla popolazione e per questo motivo ha deciso di provvedere ad una costante informazione, con bollettini periodici.