Riguardano i soggetti titolari di diritti di proprietà o di godimento di compendi malghivi situati nel territorio regionale in cui, nel corso di almeno uno degli ultimi tre anni, è stata svolta attività di produzione e trasformazione di latte oppure è stata svolta attività di produzione di latte ai fini del conferimento ad altra malga per la relativa trasformazione.

La Legge regionale 28 dicembre 2023, n. 16 (Legge di stabilità 2024), articolo 3, commi da 61 a 73, prevede che l’Amministrazione regionale sia autorizzata a concedere aiuti ai soggetti titolari di diritti di proprietà o di godimento di compendi malghivi situati nel territorio regionale in cui, nel corso di almeno uno degli ultimi tre anni (2021-2023), sia stata svolta attività di produzione e trasformazione di latte oppure sia stata svolta attività di produzione di latte ai fini del conferimento ad altra malga per la relativa trasformazione. La dimostrazione della produzione di latte non è necessaria qualora l’a ttività di produzione di latte sia stata impedita da calamità naturali o da eventi climatici avversi, adeguatamente documentati, che abbiano precluso l’accesso al compendio malghivo negli ultimi tre anni.
 

Con Delibera della Giunta Regionale n. 29 del 12 gennaio 2024 sono stati determinati i criteri di priorità per la concessione degli aiuti.
Gli aiuti sono finalizzati a sostenere le seguenti spese inerenti il compendio malghivo:
a. realizzazione di interventi strutturali o di adeguamento funzionale degli edifici e relative pertinenze;
b. realizzazione di impianti che ne consentono la riqualificazione;
c. acquisto di nuove attrezzature per le attività di trasformazione e commercializzazione;
d. spese tecniche collegate alla lettera a).
Gli aiuti sono concessi nella misura dell'80 per cento della spesa ammessa e nel limite massimo complessivo di 400.000,00 euro, di cui non oltre 200.000,00 euro per spese relative alle attività di produzione di prodotti agricoli.

La domanda di aiuto è presentata entro il termine del 1° marzo 2024 all’indirizzo competitivita@certregione.fvg.it, utilizzando il modello allegato.

Entro i suddetti termini sono state presentate 12 domande, di cui 10 ritenute ammissibili. Con decreto n. 23957/GRFVG del 20 maggio 2024 è stata approvata la graduatoria di ammissibilità e finanziabilità delle domande stesse.

.