Contributi in conto capitale per l’ammodernamento tecnologico per sostenere la competitività e l’innovazione tecnologica delle imprese artigiane.

Forma di agevolazione
Contributo a fondo perduto

Termini e modalità di presentazione della domanda di contributo
Il termine iniziale per l’inoltro delle domande di contributo tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) decorre dalle ore 9.15 del 21 marzo 2018 e termina alle ore 16.30 del 30 settembre 2018. Le domande presentate al di fuori dei predetti termini saranno archiviate.
 

Beneficiari
Microimprese, le piccole e medie imprese, i consorzi e le società consortili, anche in forma cooperativa, iscritti all’Albo provinciale delle imprese artigiane (A.I.A.):
- che siano iscritte all’A.I.A. da almeno cinque anni alla data di presentazione della domanda:
- che non siano operanti nei settori delle lavorazioni artistiche, tradizionali e dell’a bbigliamento su misura;
- che nel corso della stessa annualità, non abbiano presentato domanda di contributo per gli incentivi a favore delle imprese artigiane di piccolissime dimensioni.

Iniziative finanziabili
Sono finanziabili le iniziative dirette ad introdurre nel processo aziendale innovazioni di prodotto e di processo.

Spese ammissibili
a) l’acquisto e l’installazione di macchinari, impianti, strumenti e attrezzature nuovi di fabbrica di importo pari o superiore a 100,00 euro, al netto dell’IVA;
b) l’acquisto di hardware e software e licenze d’uso, funzionali all’utilizzo dei beni di cui alla lettera a).

Intensità dell’aiuto e limiti di spesa
L’intensità dell’aiuto è pari al 50% delle spese ammissibili ed è elevata di 5 punti percentuali per le imprese cui sia stato attribuito il rating di legalità con delibera dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato.
La spesa complessiva ammissibile deve rientrare nei seguenti limiti:
a) importo minimo pari a 3.000,00 euro
b) importo massimo pari a 20.000,00 euro.

Procedura di concessione
Procedimento valutativo a sportello con svolgimento dell'istruttoria delle domande secondo l'ordine cronologico di presentazione e fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

Per ulteriori dettagli sulla disciplina si rinvia alle disposizioni del regolamento emanato con DPReg 33/2012.
 

Per informazioni:
CATA Artigianato FVG >