Forma di agevolazione
Contributo a fondo perduto

Beneficiari
I successori d’impresa: l’imprenditore individuale che acquisisce l’impresa artigiana dal cedente, il socio o i soci che acquisiscono la quota o le quote del socio o dei soci cedenti.
Sono esclusi dai benefici per la successione dell’impresa artigiana, previsti dal titolo II, capo IX, i consorzi e le società consortili, anche in forma cooperativa
 

Iniziative finanziabili
Iniziative dirette a favorire la continuità delle imprese artigiane tramite successione tra l’imprenditore artigiano e un socio, parente o affine entro il terzo grado, collaboratore familiare o dipendente da almeno due anni al momento della successione stessa

Spese ammissibili
a) consulenze per l’innovazione aziendale ed in particolare per la messa a punto di nuovi prodotti, processi produttivi o per il miglioramento degli stessi, ivi compresa l’assistenza tecnico/manageriale
b) formazione del successore su argomenti attinenti l’attività dell’impresa
c) acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica, ivi compresi l’installazione, gli allacciamenti e le opere murarie strettamente necessari, destinati alla produzione di beni o di servizi, al settore amministrativo contabile ed alla movimentazione dei prodotti
d) acquisto di automezzi a condizione che gli stessi siano immatricolati come autocarri e dotati di non più di tre posti

Intensità dell’aiuto e limiti di spesa
L’intensità dell’aiuto è pari al 40% delle spese ammissibili ed è elevata al 50% qualora sussista una delle seguenti condizioni:
a) imprese artigiane appartenenti all’imprenditoria giovanile
b) imprese artigiane appartenenti all’imprenditoria femminile
c) imprese artigiane localizzate nelle zone di svantaggio socio economico
L'intensità dell'aiuto è elevata di 5 punti percentuali per le imprese cui sia stato attribuito il rating di legalità con delibera dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato.

La spesa complessiva ammissibile deve rientrare nei seguenti limiti:
a) importo minimo pari a 5.000,00 euro
b) importo massimo pari a 75.000,00 euro

Termini e modalità di presentazione della domanda e avvio dell’iniziativa
Le domande sono presentate entro sei mesi dalla data di cessazione dell'impresa del cedente, o nel caso in cui l'impresa non cessi l'attività, entro sei mesi dalla data di modifica dell'assetto societario, anche al di fuori dei termini fissati con Decreto del Direttore centrale competente e comunque entro sessanta giorni dalla pubblicazione del Decreto medesimo sul Bollettino Ufficiale della Regione.
Presentazione delle domande dal 18 aprile 2019 al 30 settembre 2019. Le domande presentate al di fuori dei predetti termini saranno archiviate.

L’incentivo è concesso una sola volta per ciascuna impresa e per ciascun soggetto cedente o successore.
L’iniziativa deve essere avviata in data successiva a quella di presentazione della domanda, pena l’inammissibilità a contributo

Procedura di concessione
Procedimento valutativo a sportello con svolgimento dell'istruttoria delle domande secondo l'ordine cronologico di presentazione e fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili

Per ulteriori dettagli sulla disciplina si rinvia alle disposizioni del regolamento emanato con DPReg 33/2012.

Per informazioni:
CATA Artigianato FVG>