Contributi alle società di servizi delle organizzazioni di categoria o al CATA per la realizzazione di manifestazioni fieristiche a favore delle imprese artigiane.

Forma di agevolazione
Contributo a fondo perduto
 

Termini e modalità di presentazione della domanda di contributo
Il termine per l’inoltro delle domande di contributo tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) è il 31 marzo di ciascun anno. Le domande presentate al di fuori dei predetti termini saranno archiviate.  
 

Per l'anno 2017 le domande di contributo devono essere presentate entro sessanta giorni dall'entrata in vigore del DPReg. n. 133/Pres del 19/06/2017, pubblicato sul BUR n. 27 del 05/07/2017.

 

Beneficiari diretti
Le società di servizi, operanti a livello regionale, delle organizzazioni di categoria degli artigiani più rappresentative di cui all’articolo 2, comma 3 della legge regionale 12/2002 o il CATA.

 

Beneficiari indiretti
Microimprese, le piccole e medie imprese, i consorzi e le società consortili, anche in forma cooperativa, iscritti all’Albo provinciale delle imprese artigiane (A.I.A.), di cui all’a rticolo 13 della legge regionale 12/2002.
 

Iniziative finanziabili
L’organizzazione di mostre, fiere e altre manifestazioni fieristiche a carattere nazionale, regionale o transfrontaliero per la partecipazione delle imprese artigiane.
 

Spese ammissibili
Sono ammesse a contributo le spese sostenute dalla società di servizi o dal CATA per conto delle imprese artigiane riferite a :
a) Tasse di iscrizione all’evento fieristico;
b) Spese per l’affitto e l’allestimento dell’area espositiva;
c) Spese di personale per l’organizzazione e il coordinamento dell’evento nella misura massima del 10% del costo complessivo;
d) Ideazione e produzione di materiali promozionali relativi all’iniziativa e promozione sui media;
e) Spese di assicurazione, spese di guardiania, spese per allacciamenti temporanei per acqua, luce e telefono, trasporto materiale espositivo e spese di interpretariato;
f) L’IVA qualora rappresenti un costo.

Regime e intensità dell’aiuto
I contributi sono concessi ai sensi del regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti «de minimis»; l’intensità dell’aiuto è pari al 100% delle spese ammissibili.
 

Procedura di concessione
I contributi sono concessi nei limiti della disponibilità finanziaria prevista dalla legge di bilancio correlati ai patti di stabilità e crescita.
 

Per ulteriori dettagli sulla disciplina si rinvia alle disposizioni del regolamento emanato con DPReg 33/2012.