LEGGI E INTERVENTI STATALI

  • Il quadro normativo

    In attuazione dell’articolo 6 della Costituzione, lo Stato italiano con la legge 482/1999 ha normato la tutela e la valorizzazione delle minoranze linguistiche storiche d’Italia. In FVG la legge ha individuato le popolazioni slovene, germaniche e quelle parlanti il friulano. Nei confronti della minoranza slovena la successiva legge 38/2001 prevede interventi di tutela "globali".

  • legge 482/1999: contributi

    Contributi per progetti finalizzati a garantire e ad agevolare l’uso delle lingue ammesse a tutela negli uffici della Pubblica Amministrazione.

  • legge 38/2001: contributi

    Contributi per progetti relativi all’uso della lingua slovena nella Pubblica Amministrazione da parte delle pubbliche amministrazioni regionali e locali, anche in forma associata, e dei concessionari di servizi di pubblico interesse locale.

SLOVENI

FRIULANI

COMUNITA' GERMANICHE

VALORIZZAZIONE DEI DIALETTI VENETI

  • La legge e gli interventi regionali

    La legge regionale 17 febbraio 2010, numero 5, promuove azioni di valorizzazione dei dialetti di origine veneta parlati in zone diverse della regione: triestino, bisiaco, gradese, maranese, muggesano, liventino, veneto dell’Istria e della Dalmazia, veneto goriziano, veneto pordenonese, veneto udinese.

RESIANO E VARIANTI LINGUISTICHE DELLE VALLI DEL NATISONE, DEL TORRE E DELLA VAL CANALE

  • La legge e gli interventi regionali

    L’articolo 22 della legge regionale 26/2007 promuove le attività e le iniziative realizzate in favore del resiano e delle varianti linguistiche delle Valli del Natisone, del Torre e della Val Canale.