Azioni per contrastare l’emergenza abitativa, servizi di ospitalità temporanea, ricerca di alloggi, diffusione delle corrette regole dell’abitare.

Azione 6 "Inserimento abitativo" del Programma Immigrazione 2018

Gli interventi prevedono la gestione di strutture dedicate all’ospitalità temporanea, in favore di persone italiane o immigrate prive di alloggio, e l’erogazione di servizi informativi di orientamento, accompagnamento e inserimento abitativo, e rientrano nel settore Accoglienza e inserimento abitativo del Programma annuale immigrazione.
Soggetti attuatori possono essere le UTI, gli Ambiti distrettuali, i Comuni in forma associata e i Comuni in forma singola, che in stretto raccordo con i servizi sociali del territorio possono utilizzare il contributo per le spese strettamente attinenti alla gestione ordinaria dell’immobile adibito all’ospitalità temporanea e relative alla fornitura di servizi e di risorse umane e materiali impiegate nell’attività progettuale.

Ai sensi dell’articolo 2 della legge regionale 9 dicembre 2015, n. 31, i destinatari della presente azione sono:

- cittadine e cittadini di stati non appartenenti all'Unione europea, richiedenti asilo e rifugiati, titolari di protezione umanitaria e sussidiaria, apolidi, regolarmente soggiornanti ai sensi della normativa vigente, residenti o domiciliati nel territorio della Regione;

- cittadine e cittadini dell'Unione europea, laddove non siano già destinatari di benefici più favorevoli sulla base della normativa statale e regionale.