Superamento delle difficoltà linguistiche e formative, attività di mediazione, potenziamento educativo del tempo extrascolastico.

 

 

Azione 10 Integrazione scolastica

Azione 10 del Programma Immigrazione 2017

L'intervento rivolto alle Istituzioni scolastiche statali e paritarie e agli Enti locali gestori di scuole dell’infanzia, per la realizzazione di progetti finalizzati al superamento delle difficoltà linguistiche e
formative degli alunni stranieri, a contrastare l’abbandono, la dispersione scolastica e qualsiasi forma di discriminazione.
 

Le attività progettuali devono prevedere interventi concernenti:
- la formazione alla cittadinanza e l’apprendimento della lingua italiana;
- la conoscenza della Costituzione, dell’ordinamento italiano e delle sue istituzioni nazionali e regionali;
- l’attività di mediazione linguistica e culturale;
- la partecipazione dei genitori alla vita scolastica dei minori;
- la sperimentazione e la diffusione di buone pratiche di educazione interculturale;
- la creazione e l’ampliamento di biblioteche scolastiche interculturali, comprendenti testi plurilingui.

 

Ritorna all'indice

Azione 13 Progetti scuola-territorio

Azione 13 del Programma Immigrazione 2017

Sono previste attività di carattere innovativo, che in alcuni casi potranno essere la continuazione di progetti già avviati negli anni precedenti, volte a facilitare l’informazione, l’orientamento, il dialogo e le relazioni tra scuola, famiglia e territorio nel settore dell’accoglienza degli alunni stranieri e delle loro famiglie, mediante il sostegno a “reti di scuole” formate da Istituzioni scolastiche e partnership territoriali.
La progettazione, dove possibile, deve essere inserita nell’ambito della progettazione dei “Piani di zona”, in modo da rappresentare interventi nati da bisogni specifici di un territorio e supportati, in primo luogo, dai soggetti, pubblici e privati, che operano all’interno di quello stesso ambito territoriale.
È riservata particolare attenzione agli interventi volti a favorire e sostenere target specifici e/o vulnerabili, con particolare riferimento alle donne, per contrastare situazioni di isolamento territoriale e/o sociale delle stesse. In un contesto caratterizzato da una crescita dei minori e delle famiglie straniere, i servizi educativi e la realtà scolastica rappresentano il primo contesto di socializzazione tra bambini di culture diverse e molto spesso sono il primo luogo di incontro tra le famiglie. Obiettivo dell’Azione è offrire diversi percorsi per la diffusione della cultura dell’integrazione socio-culturale tra le persone.

La progettazione deve avere ad oggetto una o più delle seguenti linee di attività:


a) servizi di potenziamento educativo del tempo extrascolastico anche in collegamento con le scuole del territorio
b) orientamento
c) supporto primi ingressi
d) valorizzazione delle identità culturali
e) coordinamento territoriale

Ritorna all'indice