Strumento e spazio di analisi ed approfondimento del fenomeno delle migrazioni.

Intervento 4.4 Programma Immigrazione 2019 - Osservatorio immigrazione

(pagina in aggiornamento)

Il fenomeno delle migrazioni è complesso, ricco di sfaccettature e in continua evoluzione, elementi che lo rendono di difficile sintesi e comprensione. Risulta perciò quanto mai necessario e auspicabile possedere uno strumento di analisi della realtà, in grado di approfondire e sistematizzare i diversi aspetti del fenomeno, in particolare quelli che richiedono interventi da parte delle amministrazioni pubbliche.
L’intervento di realizzazione dell’Osservatorio immigrazione sarà avviato nell’ambito del Progetto IMPACTFVG 2014-2020 (finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione con fondi europei e ministeriali), in collaborazione con istituti di ricerca sociale regionali e con le Università di Udine e Trieste.
L’adozione di tale azione di progetto nel presente Programma va nella direzione di consentire la sostenibilità dell’intervento, e la presa in carico dello stesso con risorse regionali una volta concluso il progetto ImpactFVG.
È prevista, per step successivi, la progettazione di un Osservatorio che possa occuparsi, via via, dei seguenti temi:
a) Popolazione (residenti stranieri, permessi di soggiorno, concessioni di cittadinanza ecc.);
b) Lavoro (occupati e disoccupati stranieri, iscrizioni e cancellazioni lavoratori stranieri, tipologia di occupazione ecc.);
c) Salute/Sociale (dati su malattie e vulnerabilità, interventi dei mediatori culturali, tratta esseri umani, situazione abitativa ecc.); 
d) Istruzione (iscritti stranieri alle scuole di ogni ordine e grado, immatricolati stranieri all’Università, tasso di abbandono scolastico, partecipazione corsi di formazione professionale ecc.);
e) Protezione internazionale (dati di ingresso per motivi di protezione, presenze nei Comuni, rintracci, protezioni concesse (esiti Commissione asilo), dublinanti ecc.);
f) Minori stranieri non accompagnati (presenze, età, istruzione, progetti migratori ecc.);
g) Sicurezza (fenomeno radicalizzazione, presenza nelle carceri, tipologie di reati commessi ecc.);
h) Culture (etnie e comunità straniere presenti, religioni professate, associazionismo straniero).