Il ruolo e gli interventi della Regione per migliorare e garantire il trasporto pubblico ferroviario.

Il ruolo della Regione

La ferrovia in Friuli Venezia Giulia riveste un ruolo significativo nell'ambito del sistema di mobilità del TPL, trasportando quotidianamente più di 20.000 persone all'interno dell'ambito regionale. I trasporti ferroviari vengono effettuati da Trenitalia S.p.A. e dalla Società Ferrovie Udine Cividale a r.l.
Il trasferimento delle funzioni di programmazione ed amministrazione in materia di trasporto ferroviario è avvenuto con il D.Lgs. 111/2004 e la competenza regionale in ordine ai servizi ferroviari regionali è divenuta effettiva dal 1° gennaio 2008.
La Regione, in questi anni, ha provveduto a disciplinare i servizi regionali ferroviari con contratti specifici con la Società Ferrovie Udine Cividale a r.l., e con Trenitalia spa, , reperibili nella sezione documentazione.
Dal 2012 sono attivi i collegamenti transfrontalieri con l’Austria (vedi sezione dedicata) mediante il servizio Mi.Co.Tra. gestito dalla Società Ferrovie Udine Cividale srl in partnership con la Società austriaca Österreichische Bundesbahnen (ŐBB).
Da giugno 2018 sono stati attivati i collegamenti transfrontalieri con la Slovenia (vedi sezione dedicata) gestito dalla società Trenitalia spa in partnership con la Società slovena Slovenske železnice (SŽ).
 

Ritorna all'indice

Il materiale rotabile

Nell’ambito del progetto regionale di rinnovo del parco rotabile ferroviario la Giunta Regionale, con Delibera n. 2856 dd. 18/12/2008 ha dato avvio all’acquisto di 8 elettrotreni modulari destinati a sostituire il materiale rotabile più obsoleto utilizzato per lo svolgimento di servizi di interesse regionale contrattualizzati con la Regione.
La procedura ad evidenza pubblica posta in essere si è conclusa con l’aggiudicazione definitiva a ottobre 2010 ed il Contratto rep. 9421 relativo alla fornitura di acquisto è stato stipulato in data 29 marzo 2011 con la Società spagnola Construcciones y Auxiliar de Ferrocarriles s.a.
Ad oggi, a seguito dell’opzione di acquisto (Atto aggiuntivo rep. 9576 dd. 11 dicembre 2012) la Regione ha ordinato complessivamente 12 nuovi treni.

I primi 8 treni della fornitura iniziale sono stati consegnati e sono entrati regolarmente in servizio nel giugno 2015, mentre i 4 treni dell’opzione sono stati consegnati e sono entrati regolarmente in servizio nel settembre 2018.
 

Ritorna all'indice

Servizi ferroviari con materiale storico

La linea ferroviaria Sacile-Gemona “Pedemontana del Friuli” è una delle 18 ferrovie turistiche ricomprese nell’elenco di cui alla legge 9 agosto 2017, n. 128 (Disposizioni per l'istituzione di ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione situate in aree di particolare pregio naturalistico o archeologico). La Regione dall’annualità 2018 ha attivato un programma organico di Treni con materiale rotabile storico sull’intera rete ferroviaria regionale, sulla base di specifiche Convenzioni stipulate con Fondazione FS.

I servizi ferroviari con materiale storico attuati nel corso dell’anno 2018, per un totale di 20 treni di cui 16 sulla ferrovia turistica Sacile – Gemona, hanno fatto riscontrare un fortissimo interesse ottenendo nella maggior parte dei casi il “tutto esaurito”.
Con la legge di Stabilità 2018 (articolo 6, comma 1, della legge regionale 28 dicembre 2018, n. 29) l'Amministrazione regionale è stata nuovamente autorizzata a destinare specifiche risorse finalizzate alla stipula di convenzioni con Fondazione FS per la realizzazione di servizi ferroviari con materiale storico finalizzati alla promozione del trasporto ferroviario e alla valorizzazione turistica del territorio, in relazione sia alla qualificazione della ferrovia Sacile - Gemona quale ferrovia turistica ai sensi della legge 9 agosto 2017, n. 128 (Disposizioni per l'istituzione di ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione situate in aree di particolare pregio naturalistico o archeologico), sia alle peculiarità storico/ambientali degli altri contesti regionali serviti dalla ferrovia, anche in correlazione con la Rete delle Ciclovie Regionali.

L’ “Attivazione della linea ferroviaria Sacile-Gemona ed altri servizi di trasporto pubblico sinergici e a servizio della linea” è stata inoltre proposta come progetto pilota n. 1 del workpackage n. 4 “Interventi pilota di miglioramento/implementazione dei collegamenti”, del progetto EMOTIONWay (progetto di cooperazione transfrontaliera Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020) e come tale ammessa a finanziamento ad integrazione di fondi regionali per l’avvio di nuovi servizi ferroviari sulla direttrice Sacile-Maniago, attivi dalla riapertura della linea ferroviaria stessa.

Il programma per il 2019, approvato con Deliberazione di Giunta regionale n. 478 dd. 22/03/2019 e definito in collaborazione con i territori interessati, prevede la realizzazione di 26 treni con materiale storico di cui 11 trainati da locomotiva a vapore. Dei 26 treni 16 sarnno realizzati sulla ferrovia turistica Sacile – Gemona, mentre gli altri 10 sulle restanti linee regionali.

La Convenzione con Fondazione FS per la realizzazione dei servizi ferroviari con materiale storico è stata stipulata in data 29 marzo 2019 e trova copertura sia sui fondi regionali che su fondi del progetto EMOTIONWay.

La legge di Stabilità 2018 all’articolo 6, commi 2, 3 e 5, della legge regionale 28 dicembre 2018, n. 29) ha altresì autorizzato la concessione di contributi a favore delle Amministrazioni comunali a sostegno di attività di promozione e valorizzazione del territorio in correlazione ai treni con materiale storico previsti dalla programmazione regionale.

Il termine per la presentazione delle istanze da parte dei Comuni (singoli o associati) decorre dalla data di approvazione del Programma dei treni storici in FVG per l’anno 2019, e ha scadenza il 21 maggio 2019.

La graduatoria delle istanze che perverranno è determinata sulla base delle seguenti priorità:
a) numero di Comuni associati per la realizzazione dell'iniziativa;
b) percentuale di cofinanziamento assicurata da parte degli enti locali.

Per informazioni vedi contatti.
 

Ritorna all'indice

Informazioni e segnalazioni sui servizi ferroviari

Gli orari, le tariffe, le frequenze e gli itinerari sono reperibili presso i siti di Trenitalia e della Ferrovie Udine-Cividale.

I cittadini possono contattare la Regione, committente del servizio ferroviario regionale, per segnalare disservizi, dare suggerimenti o fare richieste

Regione autonoma Friuli Venezia Giulia
Direzione centrale infrastrutture e territorio
Servizio Trasporto Pubblico Regionale e Locale
Via Carducci, 6 -34122 Trieste
cell ( per invio SMS): 342 4112559
intreno@regione.fvg.it

Le segnalazioni inviate alla Regione non sostituiscono i reclami che vanno sempre trasmessi ai gestori dei servizi Trenitalia o Società Ferrovie Udine Cividale.

Trenitalia
Divisione Passeggeri Regionale - Direzione Regionale Friuli Venezia Giulia
P.za Vittorio Veneto, 3
34132 Trieste
tel. 040 3794769
fax 040 3794242
Sito internet ; Carta servizi
Modulo reclami on line

e mail direzione.friuli@trenitalia.it


Ferrovie Udine Cividale
Direzione di Esercizio
Via Peschiera, 30
33100 UDINE
tel. 0432 581844 (orario: 9.00 - 12.00 da lunedì a venerdì)
fax 0432 581883
Sito internet
Reclami e segnalazioni
Carta servizi
e mail info@ferrovieudinecividale.it  
 

Ritorna all'indice