Finanziamento di progetti finalizzati a riconoscere e sostenere il ruolo della persona anziana nella comunità, facilitando percorsi di autonomia e di benessere sia fisico che mentale e sociale e progetti finalizzati a contrastare il fenomeno della solitudine, anche al fine di prevenire l’emergere di tale fenomeno.

Di cosa si tratta

Promuovere il concetto di invecchiamento attivo assume un ruolo sempre più importante per affrontare le sfide di una popolazione che invecchia, e ha un triplice significato:
1. Fare in modo che sia le donne che gli uomini possano restare attivi più a lungo nella vita della comunità e nel mondo del lavoro
2. Facilitare la cittadinanza attiva attraverso il contributo che donne e uomini più anziani possono dare alla società, anche attraverso lo scambio intergenerazionale
3. Far sì che sia le donne che gli uomini si mantengano in buona salute e vivano in maniera indipendente man mano che invecchiano, grazie a un approccio all’invecchiamento sano, e predisponendo gli ambienti domestici in modo tale da permettere alle persone più anziane di restare nelle proprie case il più a lungo possibile.

Per raggiungere questi obiettivi, nel 2014 la Regione si è dotata di una Legge regionale per la promozione dell’invecchiamento attivo che a oggi include anche il contrasto al fenomeno della solitudine.

In attuazione della Legge regionale, l’Amministrazione regionale:
- riconosce e valorizza il ruolo delle persone anziane nella comunità e promuove la loro partecipazione alla vita sociale, civile, economica e culturale, facilitando percorsi di autonomia e di benessere sia fisico che mentale e sociale;
- affronta e contrasta il fenomeno della solitudine, intendendo con tale termine ogni fenomeno di esclusione, disconnessione e marginalizzazione sociale e civile per origini o cause collegate alla condizione personale anagrafica, sociosanitaria, economica o culturale e promuove la stesura di progetti e la valorizzazione di esperienze volte a comprendere e a prevenire l'emergere di tali fenomeni.

Per questo sostiene progetti che concorrono alla concreta attuazione di queste finalità e con apposito Regolamento disciplina i requisiti soggettivi dei beneficiari, le modalità di presentazione della domanda di contributo, di determinazione, di concessione e di erogazione dei contributi, nonché di rendicontazione della spesa.

Ritorna all'indice

Chi può presentare domanda

Possono beneficiare dei contributi di cui all'apposito Regolamento i seguenti soggetti:

a) gli enti locali del Friuli Venezia Giulia;
b) gli enti del Sistema Sanitario Regionale del Friuli Venezia Giulia;
c) le aziende pubbliche di servizi alla persona;
d) le istituzioni scolastiche, le università, gli enti di ricerca e di formazione;
e) le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale, che a qualsiasi titolo operano negli ambiti e per le finalità di cui alla Legge regionale 22/2014.

Ritorna all'indice

Ambiti di intervento

Sono ammessi a finanziamento interventi di durata biennale che ricadono nell’ambito del contrasto alla solitudine finalizzati a:

a) contrastare il fenomeno della solitudine nelle diverse fasce di età in cui essa si manifesta, ovvero adolescenti, adulti e anziani, anche riuscendo a mettere in relazione le risorse già presenti nello specifico contesto e favorendo la solidarietà;
b) favorire i rapporti intergenerazionali, in un’ottica di solidarietà tra generazioni;
c) promuovere la partecipazione ad attività socialmente utili;
d) attivare nuovi strumenti per far emergere situazioni di fragilità legate al fenomeno della solitudine.

Sono ammessi a finanziamento anche interventi di durata biennale che ricadono nell’a mbito della promozione dell’invecchiamento attivo finalizzati a:
a) promuovere iniziative e interventi rivolti alla promozione dell’invecchiamento sano e attivo;
b) favorire iniziative rivolte agli anziani per l’apprendimento dell’utilizzo delle tecnologie informatiche, con particolare riguardo alla possibilità che offrono di entrare in contatto con le pubbliche amministrazioni erogatrici di servizi.

Ritorna all'indice

Termini e modalità di presentazione delle domande

Le domande di contributo vanno inviate tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo salute@certregione.fvg.it, utilizzando il modello di domanda disponibile nel menu qui a destra.

Per l’anno 2021 il termine per la presentazione delle domande è il 25 settembre 2021.

Per gli anni successivi le domande vanno presentate entro il 30 gennaio.

Ritorna all'indice