Informazioni generali e modalità di vaccinazione per le categorie prioritarie.

Prenotazione online: entra nel portale dedicato per prenotare la vaccinazione

Piano vaccinale

Vaccinazione anti COVID-19: spostamento della seconda dose tramite modulo online

È disponibile sui siti delle Aziende sanitarie una form online per l'inoltro della richiesta, cui seguirà contatto da parte del Dipartimento di Prevenzione di riferimento.
Si ricorda che lo spostamento è consentito solamente nei seguenti casi:
1) Malattia
2) Ricovero
3) Lutto
4) Gravi motivi familiari: malattia caregiver, familiare con bisogno di assistenza
5) Problematiche di lavoro o di studio non differibili
6) Isolamento/quarantena COVID-19
La possibilità di utilizzo della form online è estesa anche alle persone che non hanno fatto la seconda dose con AstraZeneca: motivazione "riprogrammazione seconda dose in Vaxzevria vd circolare ministeriale 18.06".

Modulo online per spostare la seconda dose

Da mercoledì 16 giugno sono aperte le agende per le prenotazioni
delle vaccinazioni anti COVID-19 con vaccino Comirnaty (Pfizer BioNTech) per i cittadini nella fascia di età dai 12 anni compiuti ai 15 anni, come da autorizzazione AIFA.

Le prenotazioni potranno essere effettuate attraverso il Call center regionale (0434 223522), gli sportelli CUP, le farmacie abilitate e la WEB APP.

La campagna vaccinale inoltre prosegue per tutte le altre fasce di età, priorità e patologia.

Al momento della vaccinazione dei cittadini minorenni:
- il consenso deve essere firmato da entrambi i genitori; se uno dei due genitori è impossibilitato a firmare il consenso per lontananza o impedimento, l'altro genitore deve dichiararlo compilando e sottoscrivendo l'apposito modulo (disponibile nella modulistica qui a destra) che va allegato al consenso;
- il minore deve essere accompagnato alla vaccinazione da uno o entrambi i genitori: non è possibile delegare terze persone (nemmeno familiari) ad accompagnare il minore;
- in caso di minore non accompagnato affidato ai servizi, il tutore o il responsabile della struttura affidataria deve compilare e sottoscrivere l'apposito modulo (disponibile nella modulistica qui a destra) che va allegato al consenso. Il minore deve essere accompagnato alla vaccinazione dal tutore o dal responsabile della struttura affidataria (se il tutore non è ancora stato nominato): non è possibile delegare terze persone ad accompagnare il minore. In questo caso è importante attivare il mediatore.

AVVISO - richiami under 60 AstraZeneca con vaccini a mRna:
vista la circolare del Ministero della Salute dell'11 giugno 2021, n. 26246 "Aggiornamento parere CTS sui vaccini", il ciclo vaccinale anti SARS CoV-2 effettuato con AstraZeneca/Vaxzevria nei cittadini sotto i 60 anni, per il principio di massima cautela, verrà completato con la somministrazione di un vaccino a mRna (Pfizer o Moderna) con gli appuntamenti già comunicati, senza che le persone debbano ricontattare i servizi sanitari. In caso di rifiuto della vaccinazione "eterologa" e valutata la situazione clinica durante la seduta vaccinale, il ciclo potrà essere terminato con il vaccino Vaxzevria previo rilascio del consenso informato (Circolare Min. Salute del 18 giugno 2021).  

La vaccinazione si può prenotare:
- tramite il CUP delle Aziende sanitarie e delle farmacie
- tramite il Call center al numero unico 0434 223522
- online entrando nel portale dedicato alle prenotazioni

Ritorna all'indice

Tabelle riepilogative di riferimento

Le tabelle qui disponibili riportano le modalità di vaccinazione riguardo alle seguenti categorie: 

- CATEGORIA 1 A: persone a elevata fragilità
- CATEGORIA 1 B: persone a elevata fragilità e conviventi di persone a elevata fragilità
- CATEGORIA 1 C: persone in lista d'attesa per trapianti o trapiantati e loro conviventi
- CATEGORIA 1 D: disabili gravi e loro familiari conviventi e caregiver che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto 
- CATEGORIA 2: persone di età compresa tra 60 e 79 anni che non sono estremamente vulnerabili
- SERVIZI ESSENZIALI con età inferiore a 60 anni prenotati per seconda dose
- SERVIZI ESSENZIALI con età inferiore a 60 anni prima dose
- CATEGORIA 4: persone di età compresa tra 16 e 59 anni con patologie croniche 
- PERSONE DI ETÀ COMPRESA TRA 16 e 59 ANNI senza patologie croniche
- PERSONALE del SSR

Ritorna all'indice

Campagna vaccinale per i cittadini ultra ottantenni

Dal 10 febbraio è possibile per tutti i cittadini che abbiano compiuto 80 anni prenotare la vaccinazione contro il COVID-19, la cui somministrazione inizierà il 15 febbraio.

La vaccinazione si può prenotare tramite il CUP delle Aziende Sanitarie e delle farmacie, oppure tramite il Call center al numero unico 0434 223522.

Le vaccinazioni verranno effettuate nelle sedi ospedaliere o distrettuali che verranno indicate all’atto della prenotazione.

Per i cittadini rientranti in questa categoria di età che presentano una condizione di fragilità nota, le Aziende Sanitarie provvederanno direttamente alla chiamata e alla vaccinazione a domicilio. 

Ritorna all'indice

Informazioni sui vaccini

I vaccini attualmente disponibili sono quattro:

- Pfizer BioNTech e Moderna costituiti di una molecola di RNA messaggero (mRNA) avvolta in un guscio di lipidi che servono a proteggerlo;
- Vaxzevria-AstraZeneca e Janssen costituiti da un adenovirus modificato e inattivo.

Tutti i vaccini inducono la produzione di anticorpi contro la proteina Spike di SARS-COV-2. Tutti i vaccini, a eccezione di Janssen (monodose), devono essere somministrati in due dosi distanziate.

Non sappiamo ancora quanto durerà la protezione data dai vaccini, ma sappiamo che è sicuramente efficace nel proteggere dall'infezione chi si vaccina, grazie agli studi compiuti su decine di migliaia di volontari. Gli studi sull'efficacia si concluderanno tra due anni, quindi mano a mano che passa il tempo avremo sempre più informazioni sulla sua efficacia protettiva.

Chi ha già avuto la malattia COVID-19 può essere vaccinato senza pericolo, anche se verrà data priorità alle persone che non hanno mai avuto un'infezione sintomatica. Non sapendo quanto tempo durino gli anticorpi protettivi è necessario per ora continuare a rispettare le misure di prevenzione anche una volta fatta la vaccinazione.

Gli effetti collaterali dei vaccini contro SARS CoV-2 sono simili a quelli di altri vaccini e quelli più frequenti sono:
- dolore nel sito dell'iniezione;
- febbre;
- mal di testa;
- dolori muscolari;
- stanchezza.

Sono state segnalate, con frequenza diversa a seconda del vaccino (in genere non comune o rara), alcune reazioni allergiche quali eruzione cutanea, prurito, orticaria o gonfiore del viso.

Nel corso della vaccinazione sul campo, alcuni pazienti con storia di anafilassi (grave reazione allergica che coinvolge tutto il corpo) hanno sviluppato una forte reazione allergica al vaccino.

Normalmente, in risposta ai vaccini comuni, questo tipo di reazioni sono molto rare. I soggetti che hanno avuto in passato episodi di anafilassi (reazioni allergiche molto gravi a farmaci e alimenti) verranno valutati caso per caso ed eventualmente sottoposti a vaccinazione in ambiente protetto.

In presenza di patologie gravi le eventuali controindicazioni devono essere discusse con il medico curante o lo specialista.

Per approfondire consulta la raccolta delle Risposte alle domande più frequenti (FAQ), disponibili nel menu qui a destra.

Queste informazioni sono suscettibili di modifica e verranno aggiornate periodicamente.

Ritorna all'indice