commercio e terziario

Contributi per il mantenimento degli esercizi di vendita di vicinato

FAQ - Contributi per il mantenimento degli esercizi di vendita di vicinato

La domanda di contributo potrà essere presentata da una microimpresa, attiva e iscritta al registro delle imprese, che eserciti la vendita al dettaglio di vicinato con superficie di vendita fino a 250 metri quadrati.

I costi di funzionamento oggetto del contributo sono le spese di ordinaria gestione quali, a titolo esemplificativo:

- Il canone di locazione
- le spese sostenute per le utenze quali ad esempio luce, acqua e gas
- le spese per la certificazione per la rendicontazione delle spese
- le spese sostenute per il personale
 

Sono considerate spese ordinarie di gestione del personale solamente la retribuzione del lavoratore dipendente e non rientrano al suo interno spese quali corsi di formazione del personale o costi per il servizio di sicurezza o polizia conto terzi.

A titolo esemplificativo:

- quotidiani e ticket per usufruire dei mezzi di trasporto
- combustibile per uso domestico (es. legna o pellet)
- prodotti per l’igiene personale e per la pulizia domestica
- articoli per l’illuminazione e manutenzione della casa
- prodotti per la cura e l’igiene degli animali
- ricariche e schede telefoniche 

No, è sufficiente inviare la domanda, sottoscritta con firma autografa e con allegata copia del documento di identità, provvista di marca da bollo.

Le spese sostenute dal 1 gennaio 2020 fino al giorno dell’invio della domanda.
Le spese oggetto del contributo andranno presentate attraverso l’invio dei giustificativi di spesa nel momento della rendicontazione.
 

Non si può richiedere tale contributo su spese che in precedenza siano già state oggetto di altro contributo (es. contributi covid per i canoni di locazione).

No, criterio per l’ottenimento del contributo è svolgere l’attività con una sede dalla superficie di vendita fino a 250 metri quadrati, ubicata in un comune della regione con popolazione non superiore a 5.000 abitanti ovvero in una frazione di comune con popolazione compresa tra 5.000 e 15.000 abitanti.

ultimo aggiornamento: Wednesday 27 October 2021