Il prezzario regionale è previsto dall' art. 40 della legge regionale 14/2002 "Disciplina organica dei lavori pubblici".

L’aggiornamento del prezzario è affidato ad un tavolo tecnico che riunisce i rappresentanti degli operatori economici e degli altri soggetti istituzionali del settore: Unioncamere, ANCI, UPI, ANCE, Confartigianato, Confapi, Ordini e Collegi professionali del FVG.

Il Tavolo svolge la sua attività attraverso un monitoraggio permanente dei prezzi, riferiti ad una selezione di prodotti-campione, al fine di rilevarne le variazioni periodiche.

Con l’edizione 2013, è stata adottata una nuova proposta metodologica che può essere sintetizzata nelle seguenti fasi:

• creazione di una banca dati aggiornata da gestire in via informatica;
• individuazione delle singole voci di costo elementare e classificazione delle stesse in categorie omogenee;
• individuazione di una serie di prezzi-campione;
• monitoraggio dei prezzi-campione sul mercato;
• analisi dei dati e individuazione dei coefficienti di rivalutazione da applicare alle voci elementari;
• rivalutazione delle voci elementari e conseguente aggiornamento dei valori di prezzo dei magisteri e delle opere compiute;
• progressivo e contestuale aggiornamento dei magisteri e delle relative descrizioni tecniche.

I prezzi dei lavori e delle opere compiute sono dunque il risultato dell’aggiornamento dei prezzi delle singole voci elementari che li compongono.

L'edizione 2015 è stata approvata con delibera della Giunta regionale n. 1431 del 17 luglio 2015.

L’edizione 2016 è stata approvata con delibera della Giunta regionale n. 1327 del 15 luglio 2016.

Con le edizioni 2015 e 2016, è stata indicata, per ciascuna voce relativa alle “opere compiute”, l’incidenza percentuale del costo della manodopera.

Per richiedere informazioni e inviare segnalazioni scrivere a: prezzario@regione.fvg.it