L’art. 44-bis del decreto-legge 201/2011 ha istituito presso il Ministero delle infrastrutture l’elenco-anagrafe delle opere pubbliche incompiute.

Con Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 42/2013, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 24 aprile 2013, sono state definite le modalità di redazione del suddetto elenco, con l’indicazione del termine entro il quale le stazioni appaltanti sono chiamate ad effettuare una ricognizione degli interventi da comunicare ai fini della costituzione dell’elenco delle opere incompiute e trasmettere i relativi dati al Ministero ovvero alle Regioni e Province autonome (30 settembre 2013) .

L’elenco ha la finalità di coordinare i dati sulle opere pubbliche incompiute in possesso delle amministrazioni statali, regionali o locali e di attivare soluzioni ottimali per l’utilizzo di tali opere attraverso il completamento ovvero il riutilizzo ridimensionato delle stesse, anche con diversa destinazione rispetto a quella originariamente prevista.

L'elenco è ripartito in due sezioni:
- opere di interesse nazionale
- opere di interesse regionale e degli enti locali.

La sezione dell'elenco relativa alle opere incompiute di interesse nazionale è pubblicata sul sito istituzionale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; la sezione dell'elenco relativa alle opere incompiute di interesse regionale e degli enti locali è pubblicata su appositi siti predisposti ed attivati dalle Regioni e dalle Province autonome ai sensi del DM 6 aprile 2001, a cura degli Osservatori regionali dei contratti pubblici ovvero da altri uffici regionali allo specifico scopo preposti.

Per rendere operativo l’elenco è stato predisposto un applicativo informatico per l’acquisizione dei dati necessari alla redazione dell’elenco-anagrafe delle opere pubbliche incompiute - sezione opere di interesse regionale e degli enti locali” di cui al DM 42/2013 con la classificazione delle opere per settore/sottosettore di intervento, definito Sistema Informatico di Monitoraggio delle Opere Incompiute (SIMOI).

Le Amministrazioni sono tenute a compilare l’elenco delle opere incompiute di propria competenza (comprese quelle facenti capo alle strutture dalle stesse vigilate) secondo le procedure e modalità indicate dal suddetto sistema reperibile all'indirizzo:
https://www.serviziocontrattipubblici.it/simoi.html

provvedendo a comunicare l'avvenuto adempimento all'indirizzo pec:
territorio@certregione.fvg.it


ELENCO ANAGRAFE DELLE OPERE INCOMPIUTE: