Contributi per la frequenza dei corsi, a sostegno della riqualificazione professionale e dell'inserimento nel mercato del lavoro nel settore dell'autotrasporto di merci o viaggiatori.

RIAPERTI I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE 2022

Di cosa si tratta

Anche per l’annualità 2022 la Regione concede contributi per la frequenza di corsi finalizzati al conseguimento entro e non oltre il 30 aprile 2023 della Carta di Qualificazione del Conducente (CQC) per l’esercizio della professione di autotrasportatore su strada di merci o viaggiatori, con priorità per i soggetti disoccupati o inoccupati. I contributi sono cumulabili con altri benefici previsti dalla Stato per il conseguimento della CQC purché, sommati, non superino il 100% della spesa.

Con l’art. 5 comma 6 della L.R. 13/2022 sono stati riaperti i termini per la presentazione delle domande a valere sul Bando 2022: a partire dal 09 agosto e fino al 31 ottobre è possibile presentare la domanda di contributo attraverso il link online accesso al sistema online per la presentazione della domanda . Per i contributi da erogare in questa seconda ulteriore fase di presentazione delle domande 2022 è stata stanziata la somma di 100.000,00 Euro (art. 5 comma 7 della L.R. 13/2022).

Ritorna all'indice

Come presentare la domanda di contributo

Fino al 31 ottobre 2022 la domanda di contributo va presentata utilizzando esclusivamente il link  accesso al sistema online per la presentazione della domanda per la compilazione della domanda online cui si accede tramite SPID o con CRS (carta regionale dei servizi) o con CIE (carta di identità elettronica). La domanda di ammissione al contributo è soggetta al pagamento dell’ imposta di bollo di 16,00 euro.

Ritorna all'indice

Quali documenti allegare

Alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione:

  1. copia di un documento d’identità valido del richiedente;
  2. attestazione di avvenuta iscrizione, su carta intestata, rilasciata dall’Autoscuola (o dagli altri soggetti abilitati di cui al comma 3 dell’art. 3 del Bando) con data successiva al 30.03.2022;
  3. preventivo dettagliato di spesa predisposto su carta intestata e sottoscritto da un’ Autoscuola o da uno dei soggetti abilitati, comprendente le generalità del richiedente, nonché l’ esatta indicazione delle specifiche prestazioni finalizzate al conseguimento della CQC da erogarsi successivamente all’iscrizione e dei relativi costi.

Ritorna all'indice

Chi può chiedere il contributo

Possono presentare domanda di contributo tutti i cittadini d’età superiore ai 18 anni, residenti da almeno cinque anni nella Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, in possesso dell’ idoneità psicofisica alla guida.

Verranno prioritariamente ammesse a contributo sulla base dei fondi disponibili, le domande presentate dai soggetti disoccupati o inoccupati, cioè da soggetti privi di impiego che al momento della presentazione della domanda di contributo si siano già recati presso un Centro per l’Impiego della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e abbiano provveduto a dichiarare, nelle forme previste, la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa ( per ulteriori informazioni: https://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/formazione-lavoro/servizi-lavoratori/FOGLIA9/ ).

Solo in caso di disponibilità di fondi, dopo la concessione del contributo ai soggetti disoccupati o inoccupati, si procederà alle concessioni in favore degli altri richiedenti seguendo l’ordine di presentazione delle loro domande dato dal numero di acquisizione al protocollo.

Ritorna all'indice

Integrazione del contributo per i disoccupati assunti come autisti dopo il conseguimento della CQC

Entro il 31.10.2023 i beneficiari disoccupati o inoccupati potranno anche richiedere un’ ulteriore integrazione del contributo ottenuto per un importo pari al 30% della somma già validamente rendicontata qualora, entro sei mesi dal giorno di conseguimento della CQC, sottoscrivano con un operatore economico del settore dell’autotrasporto di merci o persone con sede legale o operativa in Friuli Venezia Giulia, un contratto di lavoro subordinato in qualità di conducenti, a tempo indeterminato o determinato per un periodo di almeno sei mesi. L’eventuale interruzione anticipata del contratto di lavoro prima dei sei mesi dalla sua stipula non dà luogo all’integrazione del contributo. In caso di cumulo con altri benefici previsti dallo Stato per il conseguimento della CQC, l’importo massimo liquidabile a titolo di integrazione, sommato all’ importo del contributo precedente erogato nonché all’importo del contributo statale eventualmente ottenuto, non potrà mai superare il 100% della spesa effettivamente sostenuta e validamente rendicontata.

  

Ritorna all'indice

Le domande ammesse

Con il Decreto n. 6936 del 19.07.2022 sono stati approvati gli elenchi delle domande di contributo pervenute entro il 15.05.2022 inserite nella graduatoria riservata ai disoccupati e in quella per i soggetti richiedenti non disoccupati, nonché l’elenco delle domande risultate inammissibili all’esito dell’ istruttoria.

In seguito, con ulteriori atti, si provvederà alla concessione del contributo prioritariamente ai disoccupati e successivamente ai non disoccupati, come disposto dal Bando 2022.

Ritorna all'indice