Di cosa si tratta

La revisione è il controllo tecnico al quale sono soggetti gran parte dei veicoli in circolazione. La tipologia e la periodicità dei controlli si diversificano in base alla categoria di appartenenza dei veicoli (autoveicoli e rimorchi, ciclomotori e motoveicoli, veicoli d’epoca, veicoli a trazione animale in servizio di piazza ).

La revisione può essere ordinaria e a scadenza (annuale o biennale-quadriennale); può essere straordinaria a seguito di incidente stradale o su segnalazione delle Forze di Polizia o della Motorizzazione Civile.

Le operazioni si effettuano per tutti i veicoli presso la sede operativa dell'Ufficio Motorizzazione, oppure presso le imprese di autoriparazione autorizzate alle revisioni (solo per i veicoli di massa complessiva a pieno carico inferiore o uguale a 3500 kg., esclusi i rimorchi con p.c. inferiore a 3500 kg - articolo 80 Codice della Strada)

In caso di esito positivo viene rilasciata subito l'etichetta/timbro di avvenuta revisione sulla Carte di Circolazione. In caso di esito negativo occorre presentare una nuova richiesta di revisione.

Chi circola senza aver sottoposto il proprio veicolo a revisione è soggetto al pagamento della sanzione amministrativa. L' organo accertatore annota sul documento di circolazione che il veicolo è sospeso dalla circolazione fino all’effettuazione della revisione. È consentita la circolazione del veicolo al solo fine di recarsi presso una delle officine autorizzate oppure presso il competente ufficio della Motorizzazione per la prescritta revisione.

Ritorna all'indice

A chi rivolgersi

Allo Sportello Revisioni e collaudi degli uffici di ambito provinciale

Ritorna all'indice

Documenti da presentare


Per le revisioni effettuate presso le imprese di autoriparazione autorizzate alle revisioni  bisogna chiedere le modalità di pagamento alle imprese stesse.
 

Ritorna all'indice

Quando va fatta la revisione

Gli autoveicoli di massa complessiva fino a 3500 kg (ad eccezione degli autobus, taxi, noleggio con conducente, veicoli atipici ed autoambulanze), i motoveicoli, i ciclomotori e i rimorchi di massa complessiva fino a 3500 kg (ad es. roulotte, carrelli porta barche, ecc.) devono fare la revisione:

  • dopo 4 anni dalla prima immatricolazione, entro il mese in cui era stata eseguita la prima immatricolazione (vedere punto B della carta di circolazione);
  • ogni successiva revisione: 2 anni dopo la revisione precedente, entro il mese in cui era stata eseguita la revisione precedente (vedere tagliando della revisione precedente).
 

Gli autoveicoli di massa complessiva superiore a 3500 kg, gli autobus, i taxi e i veicoli adibiti a noleggio con conducenteautoambulanze, rimorchi di massa complessiva superiore a 3500 kg devono fare:

  • la prima revisione: 1 anno dopo la prima immatricolazione, entro il mese in cui era stata eseguita la prima immatricolazione (vedere punto B della carta di circolazione);
  • ogni successiva revisione: 1 anno dopo la revisione precedente, entro il mese in cui era stata eseguita la revisione precedente (vedere tagliando della revisione precedente).

  

.

Ritorna all'indice