Avviso per manifestazioni di interesse per il finanziamento di interventi di edilizia scolastica - anno 2021.

Di cosa si tratta

L'Avviso disciplina criteri e modalità di inserimento nella graduatoria, mediante procedura valutativa, di interventi di edilizia scolastica pubblici che potranno essere finanziati dal Fondo regionale istituito con la Legge di stabilità 2020 (Legge Regionale 24/2019), e/o con finanziamenti statali derivanti dalla programmazione triennale 2021-2023 del Ministero dell'Istruzione ai sensi del decreto legge 12 settembre 2013, n. 104.

La graduatoria potrà essere utilizzata anche per i fondi di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 ottobre 2017 "Attuazione dell'articolo 1, comma 85, della Legge 11 dicembre 2016, n. 232, relativo alla realizzazione di nuove strutture scolastiche nell'ambito degli investimenti immobiliari dell'INAIL".

Ritorna all'indice

Beneficiari

L'Avviso è rivolto ai Comuni del Friuli Venezia Giulia competenti in materia di edilizia scolastica ai sensi della Legge 23/1996, articolo 3, comma 1, e successive modifiche e integrazioni.

Ritorna all'indice

Risorse disponibili e intensità dei contributi

Le risorse del Fondo regionale, disponibili per il finanziamento degli interventi edilizi oggetto del presente Avviso, ammontano complessivamente a 29.000.000,00 di euro stanziati sugli anni 2021, 2022 e 2023. Le risorse INAIL disponibili sono pari a 3.840.000,00 euro. Le risorse nazionali che potranno essere utilizzate per il finanziamento degli interventi non sono, allo stato attuale, conosciute e saranno comunicate dai Ministeri competenti in base alla disponibilità sui bilanci dello Stato.

L'intensità massima della contribuzione regionale o statale per il finanziamento degli interventi suddetti è pari all'80% del costo complessivo dell'intervento.

L'importo massimo concedibile per singolo intervento potrà essere pari a 5.000.000,00 di euro.

Ritorna all'indice

Interventi ammissibili

Sono ammissibili a contributo gli interventi edilizi afferenti a edifici di proprietà pubblica sede di istruzione scolastica di competenza comunale, muniti di codice edificio (10 cifre) dell'Anagrafe Regionale dell'Edilizia Scolastica ARES 2.0 ubicati sul territorio regionale, riconducibili alle seguenti categorie:
a) sostituzione edilizia (demolizione e ricostruzione) come disciplinata dall'articolo 4, comma 1, lettera c), numero 3) e dall'articolo 38 della Legge Regionale 11 novembre 2009, n. 19 e sue modifiche e integrazioni, laddove l'adeguamento risulti tecnicamente ed economicamente non conveniente;
b) mitigazione del rischio sismico con raggiungimento dell'Indice di Rischio (IR) almeno 0,8 ed efficientamento energetico con un miglioramento di almeno due classi energetiche (una se già in classe B);
c) mitigazione del rischio sismico con raggiungimento dell'Indice di Rischio (IR) almeno 0,6 ed efficientamento energetico, per edifici vincolati ai sensi del Decreto legislativo 42/2004 anche attraverso il restauro conservativo;
d) efficientamento energetico, solo nel caso di edifici che presentano un indice di rischio ante operam almeno pari a 0,8 (0,6 per edifici vincolati ai sensi del Decreto legislativo 42/2004) e per interventi che prevedano almeno un salto di due classi energetiche;
e) interventi diversi dai precedenti finalizzati all'adeguamento alle normative esistenti o modesti ampliamenti motivati e finalizzati all'attività didattica.

Sono ammesse le opere edili e affini correlate alla realizzazione degli interventi di mitigazione sismica, compresi i ripristini delle parti oggetto di lavorazione, e alla realizzazione degli interventi di efficientamento.

Gli interventi finanziabili a valere sui fondi INAIL possono essere solamente sostituzioni edilizie con demolizione e ricostruzione di cui alla lettera a) e non gli interventi di cui alle lettere b), c), d) ed e).

Ritorna all'indice

Presentazione della manifestazione di interesse

La manifestazione di interesse deve venir inserita dal legale rappresentante legittimato secondo il rispettivo ordinamento ovvero da un suo delegato attraverso il portale ARES 2.0 , validata tramite la piattaforma ARES, dalle 9:00 del 12 aprile 2021 alle 17:00 del 31 maggio 2021.

A seguito della validazione il PDF scaricato e firmato deve essere inviato via PEC a territorio@certregione.fvg.it  entro il 4 giugno 2021.

La data e l'ora utili per l'ordine di arrivo sono quelli della ricevuta della trasmissione dell'istanza.

Ritorna all'indice

Documentazione da allegare

Alla manifestazione di interesse potranno essere allegati, a seconda della tipologia dell'intervento:
a) la scheda di sintesi redatta sul modello della Protezione civile (scheda di livello 1-2), contenente gli esiti della verifica di vulnerabilità sismica con esclusione degli interventi di cui all'articolo 4, lettera e), se non riguardanti la mitigazione del rischio sismico (la verifica di vulnerabilità sismica potrà essere richiesta in sede di istruttoria);
b) il progetto di livello massimo approvato completo di tutti gli elaborati previsti per il livello presentato come elencati nel DPR 207/2010 in formato digitale, e il relativo provvedimento di approvazione;
c) una dichiarazione, da parte del responsabile del servizio finanziario, con l'indicazione della percentuale di compartecipazione sul costo complessivo dell'intervento e la relativa fonte a carico dell'Ente (Allegato A);
d) l'attestato di prestazione energetica APE ante intervento con esclusione degli interventi di cui all'articolo 4 lettere a) ed e);
e) una dichiarazione da parte del responsabile del servizio finanziario (Allegato A) ed eventuale diagnosi energetica in caso di accesso al Conto Termico 2.0;
f) in caso di proposta di intervento per concentrare in un unico edificio più plessi, la dichiarazione del sindaco / dei sindaci.

Ritorna all'indice

Obblighi

L'intervento deve:
- essere conforme alle norme tecniche vigenti e rispettare tutti gli standard di sicurezza previsti dalla normativa vigente;
- indicare il codice dell'edificio (10 cifre) dell'Anagrafe nazionale dell'edilizia scolastica;
- conseguire l'agibilità.

Ritorna all'indice

Iter procedurale

Verificata la completezza e la regolarità formale della domanda, si procede all'istruttoria e alla valutazione comparativa delle domande risultate ammissibili, avvalendosi anche della valutazione tecnica degli esperti della Task Force dell'edilizia scolastica dell'Agenzia per la coesione territoriale.

La graduatoria viene formata in ordine decrescente di punteggio.

I contributi sono assegnati fino all'esaurimento delle risorse disponibili, secondo l'ordine di graduatoria.

Ritorna all'indice