Obiettivi della programmazione e dati di sintesi della programmazione degli enti locali.

Con legge regionale 15/2014, dal 2014 la Regione Friuli Venezia Giulia ha previsto che gli obiettivi, i criteri e le fonti di finanziamento per la ripartizione dei fondi per l'edilizia scolastica siano stabiliti dalla Programmazione triennale regionale, da approvare di concerto con l'Ufficio scolastico regionale e sentita la Commissione consiliare compente.

La legge di stabilità 2020 (legge regionale 24/2019) ha istituito un ulteriore Fondo regionale da programmare con la stessa Programmazione triennale regionale.

Nella Programmazione di seguito descritta, vengono stabiliti obiettivi, criteri e ripartizione dei fondi per tutti i canali di finanziamento dedicati all'edilizia scolastica.

Programma obiettivi 2022-2024

 Per il triennio di riferimento, gli obiettivi dell’edilizia scolastica sono individuati dalla DGR n. 1226/2022 come segue:

- Per la Programmazione degli interventi di edilizia scolastica nel 2022 si procederà allo scorrimento della graduatoria già approvata nel 2021 con le risorse che si renderanno disponibili su canali contributivi regionali e nazionali, quali PNRR (Piano Nazionale Ripresa Resilienza), Ministero dell’istruzione, fondi complementari al PNRR.

- Per il Sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione per le bambine e i bambini dalla nascita sino ai 6 anni, la programmazione relativa agli interventi 2022 e 2023 verrà aggiornata a seguito delle graduatorie finanziate dal PNRR.

- Con il Fondo regionale per l’edilizia scolastica di cui all’articolo 7, comma 2 della LR 15/2014 si sosterranno il completamento di opere cui lavori sono avviati e non conclusi per circostanze non dipendenti dall’ente e gli interventi indifferibili e urgenti che risolvono le situazioni critiche di interruzione del servizio scolastico a seguito di eventi straordinari.

- La proposta di Programma Regionale FESR 2021 – 2027 del Friuli Venezia Giulia prevede la riduzione dei consumi di energia primaria negli edifici scolastici e la messa in sicurezza degli stessi e finanzierà gli interventi su edifici scolastici che ospitano scuole superiori gestiti dagli Enti di decentramento regionale.

- I dirigenti scolastici verranno abilitati all’utilizzo dell’Anagrafe nazionale dell'edilizia scolastica e potranno accedere alle informazioni presenti sull’applicativo nonché implementarlo ed aggiornarlo.

 

Ritorna all'indice

Programma obiettivi 2020-2022

Gli obiettivi per il triennio 2020-2022 sono individuati dalla DGR 1141/2020.

Rispetto ai Programmi precedenti sono stati introdotti:

- sicurezza: con la finalità di garantire la sicurezza degli alunni e del personale che frequentano l'edificio scolastico verrà pubblicato un Bando per finanziare la ristrutturazione e l'adeguamento o il miglioramento sismico di edifici scolastici, con i fondi di cui all'articolo 5, commi 47-50, della legge regionale 24/2019
- indifferibili e urgenti: sul canale contributivo di cui all'articolo 7, comma 2, della legge regionale 15/2014 possono essere presentate anche le domande per gli interventi necessari alla riapertura delle scuole nel dopo COVID-19
- nuova Anagrafe per l'edilizia scolastica (ARES 2.0)
- scuole paritarie: è previsto un nuovo canale contributivo per gli interventi di miglioramento/adeguamento sismico, messa in sicurezza, adeguamento alle normative relative alla sicurezza nei luoghi e degli impianti, bonifica da amianto, abbattimento di barriere architettoniche ed efficientamento energetico rivolto agli enti gestori delle scuole paritarie di ogni ordine e grado riconosciute dalla legge 62/2000

  • DGR n. 1141 del 24 luglio 2020

    Legge regionale 13/2014, articolo 38. Programma triennale regionale edilizia scolastica 2020-2022. Approvazione definitiva.

Ritorna all'indice

Programma obiettivi 2019-2021

A febbraio 2019, con DGR 278/2019, la Regione ha approvato in via preliminare il programma 2019-2021 e i punti salienti sono stati individuati:
- nella necessità di completare interventi già in fase di attuazione per i quali emergano situazioni più complesse di quanto previsto e che necessitino di più risorse
- in un nuovo Bando POR FESR per le aree interne [Dolomiti Friulane, Carnia, Canal del Ferro] per interventi di efficientamento energetico
- nella necessità di aggiornare la Programmazione nazionale degli interventi da finanziare
- nell'intenzione di programmare gli interventi per le scuole paritarie valutando la situazione reale degli edifici, ma anche delle risorse economiche di queste scuole, rispetto alla natalità del territorio regionale
- nel sostegno a scuole che ospitano bambini disabili e che non sono attrezzate per questo scopo
- nel sostegno a scuole che hanno problemi urgenti e indifferibili tali da rischiare di chiudere l'edificio
- nello scambio di dati con il Ministero dell'Istruzione attraverso un applicativo ministeriale per garantire la trasparenza delle informazioni sugli edifici scolastici

  • DGR 278/2019

    Legge regionale 13/2014, articolo 38 "Programma triennale regionale edilizia scolastica 2019-2021. Approvazione preliminare"

Ritorna all'indice

Programma obiettivi 2016-2018

Con DGR 1774/2016 la Regione ha approvato il Programma 2016-2018 con i seguenti obiettivi:
- interventi urgenti e indifferibili
- interventi immediatamente cantierabili, di adeguamento sismico o di miglioramento sismico
- secondo Bando per ripartire i fondi previsti dal POR FESR Friuli Venezia Giulia 2014-2020
- aggiornamento del Piano regionale triennale reso necessario dal trasferimento delle competenze in materia di interventi di edilizia scolastica dalle Province ai Comuni, ai sensi della legge regionale 26/2014

  • DGR 1774/2016

    Legge regionale 13/2014, articolo 38 "Programma triennale edilizia scolastica 2016-2018. Approvazione definitiva"

Ritorna all'indice