AVVISO
Con decreto del direttore centrale 2646/GRFVG del 24.01.2023 è stato approvato il terzo elenco parziale delle ulteriori n. 165 domande valutate come ammissibili a contribuzione, in esito alla conclusione dell’attività istruttoria.
Con stesso decreto si è anche approvato, a chiusura della procedura, l'elenco finale e complessivo delle n.11.892 domande ammissibili a contribuzione, per un controvalore di € 12.803.500,00 a valere sulla linea contributiva attivata con la delibera della Giunta Regionale n.1454/2022..
Vai all’elenco complessivo  >>   
 

Di che cosa si tratta

Contributi a fondo perduto disposti con legge regionale 5 agosto 2022, n.13 a favore delle imprese ubicate in Friuli Venezia Giulia ed in possesso, alla data di presentazione della domanda, di almeno uno dei codici ATECO primario/prevalente ammissibili a contribuzione, riferito alla sede legale ubicata in Regione o all’unità locale ubicata in Regione.

 
I Codici ATECO ammessi a contribuzione sono quelli approvati con deliberazione giuntale 7 ottobre 2022, n. 1454 ( Allegato 1 ). 
Il codice ATECO di riferimento è il codice ATECO primario o prevalente risultante dal registro imprese alla data di presentazione della domanda.
L’individuazione dei beneficiari, i requisiti di ammissibilità’, i criteri e le modalità procedurali per l’accesso ai contributi sono disciplinati dall’Avviso ( Allegato 2 della deliberazione giuntale 7 ottobre 2022, n. 1454 ).
Le domande potranno essere presentate dalle ore 9.00.00 di mercoledì 12 ottobre 2022 alle ore 16.00.00 di venerdì 28 ottobre 2022.
 

Ritorna all'indice

Beneficiari e requisiti

Micro, piccole e medie imprese (PMI) con sede legale in Friuli Venezia Giulia in possesso di codice ATECO primario/prevalente riferito alla sede legale o alla unità locale ubicata in Regione nonché le micro, piccole e medie imprese (PMI) che, pur non avendo sede legale in Friuli Venezia Giulia, risultino in possesso di codice ATECO primario/prevalente riferito a unità locali ubicate in Regione.  

Possono presentare domanda i soggetti risultanti attivi sul territorio regionale alla data del 31.12.2020 e ancora attivi alla data di presentazione della domanda sul medesimo territorio regionale. 
I contributi sono concessi ai richiedenti che hanno sostenuto maggiori oneri nell’anno 2022 per l’aumento dei costi energetici rispetto all’anno 2021. In particolare, i richiedenti devono autocertificare di aver subito un aumento dei costi energetici per kWh della componente energia elettrica, calcolati sulla base della media del primo semestre 2022 ed al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, superiore al 30% dei costi sostenuti nel primo semestre 2021, anche tenuto conto di eventuali contratti di fornitura di durata stipulati dall’impresa.
PER LE MODALITÀ DI CALCOLO SI RIMANDA AD APPOSITA FAQ E ALLA ESEMPLIFICAZIONE A LATO PAGINA.
Per maggiori informazioni in ordine a criteri e requisiti di ammissibilità previsti per l’a mmissione a contribuzione sulla presente linea, si rimanda alla lettura dell’Avviso. 

Ritorna all'indice

Intensità del contributo

Ai soggetti beneficiari è riconosciuto, esclusivamente con erogazione a mezzo bonifico bancario, un contributo a fondo perduto da € 1.000,00 a € 2.000,00 secondo quanto riportato nella Tabella Allegato 1 alla delibera.
Gli importi di contribuzione sono stati determinati in relazione alla dimensione aziendale, come di seguito dettagliato:
    Dimensione           contributo
Micro impresa          € 1.000,00
Piccola impresa      € 1.500,00
Media impresa        € 2.000,00

ATTENZIONE!
Se l’aumento della componente energia supera il 30% rispetto al 2021 (primo semestre) ma risulta inferiore all’importo del relativo ristoro, ai fini dell’ammissione al contributo, valutato il contesto attuale di riferimento e le prospettive di medio periodo, è sufficiente il superamento del 30%.

Ritorna all'indice

Presentazione delle domande

Le domande potranno essere presentate alla Direzione centrale attività produttive e turismo dalle ore 9.00 del giorno 12 ottobre 2022 alle ore 16.00 del giorno 28 ottobre 2022 tramite il sistema Istanze On Line a cui si accede dal link pubblicato a lato, previa autenticazione con una delle modalità previste dall’articolo 65, comma 1, lett. b) del Codice dell’A mministrazione digitale (SPID-Sistema pubblico di identità digitale, CNS-Carta nazionale dei servizi, CRS – Carta regionale dei servizi, CIE – Carta d’identità elettronica).
A lato sono consultabili i fac simili precompilati – a titolo di esempio - della domanda per la presentazione autonoma (“titolare”) e della procura per la presentazione tramite delegato (“ delegato”)
È inoltre disponibile il modulo dsan/procura da compilare e sottoscrivere in caso di presentazione tramite delegato.

È ammessa la presentazione anche da parte di un soggetto delegato con procura.
In caso di presentazione autonoma da parte del legale rappresentante/titolare la domanda NON prevede allegati. In caso di presentazione da parte del soggetto delegato, deve essere allegata alla domanda specifica procura, unitamente alla copia di un documento di identità in caso di firma autografa.
Per la compilazione delle domande si rimanda alle linee guida.
 

È ammissibile a contributo una sola domanda e qualora siano presentate più domande è ammissibile soltanto la prima presentata in ordine cronologico con esito istruttorio favorevole.
Non sono ammissibili a contributo i soggetti che abbiano già beneficiato del ristoro sulla linea destinata alla filiera mosaici di cui alla LR 24/2021, articolo 2, comma 63, come disciplinata con DGR 872/2022.
Le domande presentate sono esenti dal pagamento dell’imposta di bollo.

Ritorna all'indice

Concessione dei contributi

In ottemperanza al disposto di cui al comma 24 dell’art.2 della LR 13/2022 gli incentivi di cui trattasi verranno concessi nel rispetto della disciplina in materia di aiuti di Stato e in particolare nel rispetto di quanto previsto dal Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti “de minimis”, pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea serie L n. 352/1 di data 24 dicembre 2013.
Ai sensi del successivo comma 25 dello stesso art.2 della LR 13/2022, le funzioni amministrative concernenti la concessione dei contributi sono delegate al CATA e al CATT FVG.
Con specifici decreti del direttore centrale attività produttive e turismo, dopo la conclusione progressiva dell’attività istruttoria, verranno approvati gli elenchi parziali delle domande valutate ammissibili a contribuzione con indicazione degli importi di contribuzione.
Gli elenchi finali di tutte le domande ammissibili e non ammissibili verranno approvati sempre con decreto del direttore centrale dopo la conclusione definitiva dell’attività istruttoria su tutte le domande pervenute.
I provvedimenti di concessione ed erogazione dei contributi verranno adottati entro 90 giorni dalla chiusura dei termini di presentazione delle domande.

Ritorna all'indice

Contatti

Per chiarimenti relativi ad aspetti amministrativi relativi alla linea contributiva è possibile richiedere assistenza ai seguenti recapiti telefonici:

Direzione centrale attività produttive:  
lunedì-giovedì ore 09.00 - 17.00  //  venerdì ore 09.00 - 15.00
040 377 2448 
0432 555 732 
040 377 2470 
040 377 2458 
040 377 2437 
040 377 2465
040 377 2435 
0432 555 727
0432 555 686
  

Centro di assistenza tecnica alle imprese del terziario (CATT FVG):
388 7747775  (dott. Luca Penna)

Centro di assistenza tecnica alle imprese artigiane (CATA):
347 5994444 (dott. Alessandro Quaglio)
 

Esclusivamente per problematiche tecniche relative alla procedura di compilazione e invio della domanda è possibile richiedere assistenza tecnica ad Insiel:
Service Desk: 800 098 788 post selezione 4 e poi 2 (lunedì - venerdì ore 08.00 – 18.00) 
assistenza.gest.doc@insiel.it

 

Per la formulazione di quesiti scritti: infocontributi@regione.fvg.it

Ritorna all'indice