Tipologia delle iniziative finanziabili

L’Amministrazione regionale sostiene, mediante la concessione di contributi, progetti di “iniziative speciali” che riguardano l’ambito tematico specifico del contrasto alla violenza di genere nei confronti delle donne e che prevedono la realizzazione di una o più iniziative di sensibilizzazione territoriale sul tema, da effettuarsi in corrispondenza o in prossimità della data del 25 novembre, giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Tali iniziative, riferite al territorio di pertinenza dell’Ente locale promotore, devono avere le caratteristiche di eventi pubblici (convegni, workshop, installazioni o spettacoli) da svolgersi in massimo 4 giornate, anche non consecutive.

Ritorna all'indice

Soggetti promotori delle iniziative e beneficiari del contributo

Sono soggetti promotori delle iniziative e possono presentare richiesta per beneficiare del contributo i Comuni del Friuli Venezia Giulia e le Unioni territoriali intercomunali (UTI), previo accordo di partenariato tra l’Ente promotore e almeno uno dei seguenti soggetti:
1) associazioni femminili che gestiscono Centri Antiviolenza aderenti alla rete nazionale “DiRE – Donne in Rete contro la Violenza”;
2) associazioni di volontariato o di promozione sociale aventi tra le proprie finalità la previsione di attività volte a contrastare la violenza di genere.
 

 

Ritorna all'indice

Risorse e misura del contributo

Le risorse finanziarie disponibili per la realizzazione delle iniziative ammontano complessivamente a euro 60.000.
La misura massima del contributo è stabilita in euro:
a) 2.000, nel caso i progetti presentati prevedano lo svolgimento delle iniziative in 1 o 2 giornate, anche non consecutive;
b) 3.000, nel caso i progetti presentati prevedano lo svolgimento delle iniziative in 3 o 4 giornate, anche non consecutive.
 

Ritorna all'indice

Selezione delle domande e concessione del contributo

Verificata l’ammissibilità della domanda e la conformità tipologica del progetto in relazione alle finalità e obiettivi richiamati dall’Avviso, il contributo è concesso con decreto del direttore della struttura competente in materia di pari opportunità secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Ritorna all'indice