Di cosa si tratta

CROSSMOBY, acronimo del Progetto che prende il nome di Pianificazione della mobilità e servizi di trasporto passeggeri, sostenibili e transfrontalieri, all’insegna dell’intermodalità, ha come obiettivo primario la creazione di nuovi servizi di trasporto transfrontalieri e sostenibili e il miglioramento della pianificazione della mobilità attuata all’interno dell’intera area, attraverso la sperimentazione di nuovi servizi ferroviari per passeggeri e un nuovo approccio alla pianificazione della mobilità sostenibile, grazie a piano d’azione strategico transfrontaliero.

Il Progetto, approvato e finanziato nell’ambito del Bando riservato ai progetti strategici del Programma di Cooperazione Transfrontaliera INTERREG V-A  ITALIA-SLOVENIA 2014-2020, viene attuato all’interno dell’Asse Prioritario 2 (Cooperating for implementation of low carbon strategies and action plans) ed è strettamente collegato all’Obiettivo Specifico 2.1 (Mobilità e Intermodalità) in quanto contribuisce al miglioramento della capacità di pianificazione in materia di mobilità integrata al fine di prevedere collegamenti transfrontalieri pubblici a basse emissioni di carbonio e intermodalità, in considerazione di tutte le modalità di trasporto in tutta l’area Programma.

Il Progetto contribuisce inoltre allo sviluppo di una strategia congiunta per un'adeguata mobilità transfrontaliera in tutta l'area e di forme di accessibilità ecologiche attraverso il miglioramento dei trasporti e dei servizi intermodali sulla base delle infrastrutture esistenti.

In particolare, realizzerà un quadro di riferimento strategico transfrontaliero e un piano d’a zione, uno studio volto al miglioramento della qualità della pianificazione della mobilità nell'area del Programma e la sperimentazione di soluzioni innovative a supporto dell’adozione di servizi sostenibili per il trasporto passeggeri nell’area del Programma.

La Regione Friuli Venezia Giulia, lead partner di progetto, è in tal senso impegnata nell’azione pilota volta alla riattivazione dei servizi ferroviari per i passeggeri tra Udine, Trieste e Lubiana a partire dal mese di settembre 2018.

Il Progetto ha un budget totale di 4.117.387,76 euro (di cui 3.499.779,57 euro quale quota coperta dal FESR), mentre la quota totale a disposizione della Regione FVG ammonta a 1.609.411,76 euro (di cui 1.367.999,99 euro di fondi FESR).

Partner di Progetto oltre alla Regione Friuli Venezia Giulia sono per l’Italia l’Università Cà Foscari Venezia, Veneto Strade S.p.A. e il GECT - Euregio Senza Confini r.l, e per la Slovenia l’Urbanistični inštitut Republike Slovenije, il Regionalni razvojni center Koper, il Posoški razvojni center e l’Občina Ilirska Bistrica.

Ritorna all'indice

Brochure per scoprire il collegamento ferroviario

La Regione Friuli Venezia Giulia, grazie ai contributi di PromoTurismoFVG, Trenitalia S.p.a. e Slovenske železnice ha realizzato una brochure con lo scopo di individuare, per ciascuna delle principali fermate toccate dal collegamento ferroviario transfrontaliero per passeggeri tra Udine, Trieste e Ljubljana (treno CROSSMOBY), i maggiori punti di interesse.

Il tutto in un’ottica di promozione dell’intermodalità e della valorizzazione del territorio, del suo patrimonio storico, artistico e culturale. 

Attenzione: il servizio transfrontaliero Udine-Trieste-Ljubljana al momento è effettuato con cambio nella Stazione di Villa Opicina. Gli orari non subiscono variazioni.

Scarica la brochure e scopri il tragitto del treno.

Ritorna all'indice