Avviamento a selezione nella Pubblica Amministrazione.

di cosa si tratta

Sono assunzioni di personale che possono essere effettuate dalla Pubblica Amministrazione o da Enti pubblici con rapporto a tempo indeterminato o determinato, a tempo pieno o parziale, per qualifiche, categorie o profili professionali per i quali occorre il possesso del titolo di studio della scuola dell’obbligo e, se richiesto, di una specifica professionalità, come previsto dall’a rticolo 16 della Legge n. 56/1987 e regolamentato dalla Regione. 

Come e a chi presentare la richiesta di avviamento a selezione

Per effettuare le assunzioni le Amministrazioni pubbliche presentano al Centro per l’impiego di competenza la richiesta di avviamento a selezione del personale.
La domanda può essere inviata tramite posta certificata (PEC) all’indirizzo: lavoro@certregione.fvg.it.

La richiesta deve contenere le seguenti informazioni:
a) numero delle assunzioni che si intendono effettuare;
b) qualifica e profilo professionale e relativo inquadramento contrattuale;
c) mansioni alle quali vengono adibiti i lavoratori;
d) tipologia contrattuale: tempo indeterminato, tempo determinato, part time (con indicazione in caso di tempo determinato della durata del contratto e in caso di part time dell’orario giornaliero e settimanale);
e) requisiti professionali richiesti previsti dai regolamenti dell’Ente richiedente;
f) eventuali riserve previste dalle vigenti disposizioni;
g) modalità di svolgimento della prova selettiva, con l’indicazione del luogo e dei contenuti;
h) durata del periodo di prova.

Procedura di reclutamento e selezione

A seguito della richiesta di avviamento a selezione il Centro per l'impiego ne dà avviso pubblico e procede con la raccolta delle adesioni. Una volta conclusa la raccolta, il Cpi redige una graduatoria e la inoltra alla Pubblica Amministrazione o all’Ente richiedente, che, ricevuta la graduatoria, convocano in ordine di punteggio i candidati e li sottopongono alla prova selettiva. 

La selezione accerta l’idoneità del soggetto a svolgere le mansioni previste.
 

Ricognizione del personale in disponibilità da parte delle P.A

Ai sensi dell’art. 34 bis del Testo unico sul pubblico impiego (D.lgs. 30 marzo 2001, n. 165), prima di avviare le procedure di assunzione, le amministrazioni pubbliche interessate devono inviare al Dipartimento della funzione pubblica e al Centro per l’impiego regionale di riferimento, una comunicazione contenente gli elementi conoscitivi relativi al concorso da bandire, ai fini della ricognizione del personale in disponibilità.

Il modulo è disponibile al link