E' possibile presentare domanda dalle ore 10.00 del 25 ottobre 2021 alle ore 16.00 del 20 aprile 2022.

Iniziative ammissibili

Gli incentivi sono finalizzati al sostegno di iniziative di sviluppo di adeguate capacità manageriali delle microimprese e delle piccole e medie imprese del Friuli Venezia Giulia, mediante l’acquisizione di servizi di temporary management o l’assunzione di personale manageriale altamente qualificato, dirette al perseguimento di almeno una delle seguenti finalità:
a) trasformazione tecnologica e digitale;
b) ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi in relazione all'ottimizzazione dell'introduzione di nuove tecnologie;
c) sviluppo di strategie di servitizzazione;
d) accesso ai mercati finanziari e dei capitali;
e) successione nella gestione dell'impresa;
f) fusione societaria;
g) introduzione di forme di responsabilità sociale d'impresa tra cui nuove forme di governance inclusive dei lavoratori o nuove forme organizzative;
h) applicazione delle modalità produttive dell'economia circolare. 
 

Al fine del perseguimento delle predette finalità, sono ammissibili ad incentivazione le iniziative che prevedono:
a) l'acquisizione di servizi di temporary management
oppure
b) l'assunzione per il primo periodo di attività, nel limite massimo di ventiquattro mesi, di personale manageriale altamente qualificato.

In conformità all’articolo 5, comma 1 bis, del Regolamento 258/2015, la realizzazione delle finalità di cui al punto precedente deve contemplare lo sviluppo o il consolidamento della attività economica svolta in sedi dell’impresa richiedente situate nel territorio regionale, esclusa in ogni caso la riduzione o la delocalizzazione della stessa.

Ritorna all'indice

Beneficiari

Possono beneficiare dei contributi le PMI aventi i seguenti requisiti:
a) essere iscritte al Registro delle imprese
b) essere attive
c) avere sede nel territorio regionale
d) non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali, salco il caso del concordato preventivo con continuità aziendale.

Ritorna all'indice

Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese, al netto dell’IVA,  sostenute a partire dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda:
a) ai fini della realizzazione delle iniziative concernenti l’acquisizione di servizi di temporary, le spese per l’acquisizione di servizi di consulenza manageriale forniti da imprese e da professionisti, la cui attività, così come classificata in base ai codici ISTAT ATECO risultanti dalla visura camerale o da documentazione equipollente, è coerente con la natura del servizio prestato, da università e da istituti di ricerca e trasferimento tecnologico, da enti pubblici, dal Centro di assistenza tecnica alle imprese del terziario, dai centri di assistenza tecnica alle imprese commerciali e dal Centro di assistenza tecnica alle imprese artigiane;
b) ai fini della realizzazione delle iniziative concernenti l'assunzione con contratto di lavoro subordinato con qualifica di dirigente o di quadro intermedio, per il primo periodo di attività, nel limite massimo di ventiquattro mesi, di personale manageriale altamente qualificato, le spese a carico dell’impresa relative al compenso lordo spettante al personale manageriale per le prestazioni rese.
 

Per quanto riguarda le spese ammissibili, si evidenzia che, ai sensi del comma 2 bis dell’a rticolo 6, le spese per l’acquisizione dei servizi di consulenza manageriale ovvero le spese a carico dell’impresa relative al compenso lordo spettante al personale manageriale per le prestazioni rese da quest’ultimo sono ammissibili a condizione che tali servizi o prestazioni siano resi in forza di un contratto stipulato successivamente alla presentazione della domanda dell’i ncentivo.


Sono altresì ammissibili le spese connesse all’attività di certificazione di cui all’articolo 41 bis della legge regionale 7/2000, nell’importo massimo di 1.000,00 euro.

 

Ritorna all'indice

Intensità e limiti del contributo

L’intensità massima del contributo concedibile è pari al 50% della spesa ammissibile.

Nel  caso in cui l’impresa svolga attività economica sia in sedi situate sul territorio regionale sia in altre sedi, l’incentivo è parametrato alla quota del valore della produzione riferito al territorio regionale rispetto al valore totale della produzione dell’i mpresa come risultante dalla dichiarazione dell’IRAP. Qualora l’impresa sia esonerata dall’obbligo della dichiarazione dell’IRAP ai sensi della vigente normativa in materia, o in quanto impresa di nuova costituzione non sia stata ancora soggetta all’obbligo della presentazione della prima dichiarazione dell’IRAP, l’i ncentivo è parametrato al numero di lavoratori addetti con continuità a sedi ubicate nel territorio regionale rispetto al totale dei lavoratori addetti all’insieme delle sedi dell’impresa, registrati alla data di presentazione della domanda.


Il limite minimo di spesa ammissibile è pari a 5.000,00 euro (non si computano le spese relative alla certificazione della rendicontazione).
Il limite massimo del contributo concedibile per l'acquisizione di servizi di temporary management è pari a 40.000,00 euro.
Il limite massimo del contributo concedibile per l'assunzione per il primo periodo di attività, nel limite massimo di ventiquattro mesi, di personale manageriale altamente qualificato è pari a 60.000,00 euro.

Ritorna all'indice

Presentazione della domanda

La domanda di incentivo è presentata, dalle ore 10.00 del 25 ottobre 2021 alle ore 16.00 del 20 aprile 2022, dall’impresa richiedente alla Camera di commercio competente ai fini dell’ammissione all’articolazione dello sportello relativa al territorio provinciale nel quale sono stabilite le sedi situate nel territorio regionale .
L’impresa presenta la domanda d’incentivo esclusivamente per via telematica tramite il sistema informatico dedicato a cui si accede, dal presente sito, previa autenticazione con una delle modalità: SPID - Sistema pubblico di identità digitale, CRS – Carta regionale dei servizi, CNS - Carta nazionale dei servizi o con firma digitale, qualora contenente un certificato di autenticazione CNS compatibile.
La domanda di incentivo presentata dal titolare, dal legale rappresentante o dal procuratore dell’impresa, si considera sottoscritta e inoltrata al termine della compilazione e del caricamento degli allegati, all’atto della convalida finale. Ai fini del rispetto del termine di presentazione delle domande, fa fede la data e l’ora della convalida finale effettuata tramite il sistema informatico dedicato.
 

Ritorna all'indice

Procedimento

I contributi sono concessi dalla Camera di commercio cui è stata presentata la domanda tramite procedimento valutativo a sportello ai sensi dell’articolo 36, comma 4, della legge regionale 7/2000, articolato si base provinciale, applicando, in particolare, i criteri valutativi di cui all'Allegato C al regolamento. In esito all’applicazione di tali criteri sono ammissibili i progetti cui è attribuito un punteggio complessivo finale non inferiore a 18. Nel caso di domande presentate da parte di PMI supportate da Friulia sono ammissibili le domande cui è attribuito un punteggio almeno pari a 15.
Le domande presentate sono istruite secondo l’ordine cronologico di presentazione. 
La Camera di Commercio competente procede all'istruttoria delle domande di contributo fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili all’interno della pertinente articolazione provinciale dello sportello.
Il contributo è concesso entro novanta giorni dalla presentazione della domanda.

Ritorna all'indice

A chi rivolgersi

TERRITORIO PROVINCIALE DI GORIZIA:
Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Venezia Giulia
via Crispi, 10 – 34170 Gorizia
Responsabile del procedimento: Pierluigi Medeot
Referenti: Cristina Pozzo (0481384284); Paola Vidoz (0481384239)
PEC: cciaago@certregione.fvg.it

TERRITORIO PROVINCIALE DI PORDENONE:
Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Pordenone-Udine
corso Vittorio Emanuele II, 47 – 33170 Pordenone
Responsabile del procedimento: Cinzia Piva (sost. Laura Boaro e Dilia Gardella)
Referenti: Laura Boaro (0434381236) e Dilia Gardella (0434381237)
PEC: cciaapn@certregione.fvg.it

TERRITORIO PROVINCIALE DI TRIESTE:
Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Venezia Giulia
piazza della Borsa, 14 – 34121 Trieste
Responsabile del procedimento: Francesco Auletta
Referenti: Sonja Milisavljevic (040 6701403)
PEC: cciaats@certregione.fvg.it

TERRITORIO PROVINCIALE DI UDINE:
Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Pordenone-Udine
via Morpurgo, 4 – 33100 Udine
Responsabile del procedimento: Raffaella Del Bene (sost. Iwan Ottogalli)
Referenti: Silvia Bandiani (0432273272) 
PEC: cciaaud@certregione.fvg.it

Ritorna all'indice