Il progetto, finanziato nell'ambito del Programma Interreg IIIB CADSES 2000-2006, si proponeva di colmare a livello transnazionale le carenze di conoscenze che affliggono il settore ittico adriatico ed avviare un processo di qualificazione dei prodotti della pesca, fornendo in tal modo un forte impulso allo sviluppo dell'intero settore.

Tra le attività avviate da ADRI.FISH possono essere ricordati:

- l'Osservatorio socio-economico della pesca dell'Alto Adriatico con sede a Chioggia (VE), una struttura permanente al servizio degli operatori e delle istituzioni per l'analisi degli aspetti socio-economici del settore ittico Alto Adriatico e per l'indirizzo delle potitiche e delle scelte di gestione;

- il Sistema per la tracciabilità di filiera certificata ai sensi della norma UNI 10939. Il sistema è stato implementato sia per i molluschi bivalvi, sia per i pesci ottenuti da vallicoltura e sistema consente la tracciabilità informatica dei prodotti;

- Il marchio di qualità "Prodotto certificato Alto Adratico" (PCAA) per i prototti ittici dell'alto Adriatico. I disciplinari di produzione del marchio PCAA interessano le principali specie di pesci, crostacei e molluschi dell'Alto Adriatico.

Periodo

Giugno 2003 - aprile 2005

Partner

Regione del Veneto (IT) - Capofila

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (IT)

Regione Emilia-Romagna (IT)

Regione istriana (HR)

Municipalità di Izola (HR)

Federcoopesca (IT)

 

Budget

1.971.000 EUR