I vivai forestali hanno la funzione di produrre piante, che vengono concesse gratuitamente agli Enti e a pagamento ai privati.


La regione Friuli Venezia Giulia, tra i diversi istituti, enti e proprietà che gestisce, nel suo patrimonio ha anche due vivai forestali per la produzione di piante. Questi sono locati a Maniago, denominato vivaio “Pascolon ed a Tarcento chiamato “Pascul”; in località Avons, in comune di Verzegnis, è ubicato un terzo vivaio gestito dallo stesso personale del vivaio Pascul di Tarcento.
I vivai forestali hanno la funzione di produrre piante da destinarsi alla distribuzione così come stabilita dalla L.R. 9/2007.
Le specie prodotte sono circa una sessantina tra conifere e latifoglie ed il loro ciclo vitale è seguito completamente dal personale vivaistico che si è altamente specializzato nel corso di questi anni. La produzione è differenziata tra i vivai: a Maniago a radice nuda e di media grandezza, a Tarcento vengono prodotte piantine in vaso mentre nel vivaio di Avons vengono prodotte piante a radice nuda di maggiori dimensioni.
Il ciclo produttivo delle piante parte con la raccolta dei semi, oppure per taleaggio, rigorosamente da piante esistenti in varie zone dell’intero territorio del Friuli Venezia Giulia, si procede con la semina, la produzione in contenitori con il seguente passaggio in vaso o la messa a dimora a terra, per giungere alla distribuzione che viene completata con la certificazione di qualità.
I vivai, gestiti direttamente dal Servizio gestione territorio montano, bonifica e irrigazione della Direzione centrale risorse agricole, forestali e ittiche della Regione, si impegnano nella produzione di piante ma anche in progetti culturali e didattici volti alla conoscenza delle piante stesse, agendo direttamente in prima persona nella diffusione della conoscenza del patrimonio ambientale, boschivo, naturale e forestale. Numerose sono infatti le visite delle scuole ai vivai di Tarcento e di Maniago per seguire progetti di didattica ambientale o per visitare gli arboreti presenti nei vari siti.
Un impegno importante quello della Regione e della Direzione Centrale, impegnati per gestire con mezzi propri e direttamente il processo di tutela, salvaguardia e promozione del patrimonio ambientale e forestale.

Le piante prodotte nei vivai vengono concesse sia agli Enti pubblici che ai soggetti privati seguendo le modalità indicate dall’art. 31 della L.R. 9/2007, ovvero per:
- realizzare impianti di arboricoltura da legno;
- migliorare la composizione e la struttura dei popolamenti forestali pubblici e privati;
- realizzare opere di sistemazione idraulico-forestale ed effettuare interventi di didattica ed educazione ambientale;
- eseguire lavori relativi alla rinaturalizzazione delle aree interessate dalle grandi opere e delle aree percorse dal fuoco o devastate da calamità naturali, agli interventi d’ingegneria naturalistica e ad altri interventi di rimboschimento e imboscamenti di terreni precedentemente non boscati e di riqualificazione ambientale e paesaggistica dello spazio rurale e delle aree di proprietà pubblica;
- applicare le disposizioni della legge 29 gennaio 1992, n. 113 (Obbligo per il Comune di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato, a seguito della registrazione anagrafica), e successive modifiche.


INFO:

Vivaio Pascul - Via Pradandons, 15  33017 Tarcento (UD) - tel. +39 0432 785029  - vivaioforestale.pascul@regione.fvg.it

Vivaio Pascolon - Via Fanna, 3 33085 Maniago (PN) - tel. +39 0427 71712 - vivaioforestale.pascolon@regione.fvg.it