Benefici rivolti alle componenti regionali delle associazioni costituite tra organizzazioni sindacali italiane e delle regioni contermini di Paesi membri dell'Unione Europea per lo svolgimento di compiti e attività istituzionali, svolti anche al di fuori del territorio nazionale.

La Regione Friuli Venezia Giulia concede finanziamenti per attività transfrontaliere alle organizzazioni sindacali del territorio che aderiscono a Consorzi sindacali interregionali composti da soggetti appartenenti a regioni contermini dei paesi membri dell'Unione Europea.

I criteri e le modalità di concessione del finanziamento per l'anno 2021 sono stabiliti con Regolamento regionale approvato con Delibera di Giunta n.474 del 26 marzo 2021.

In cosa consiste l'iniziativa

La Regione Friuli Venezia Giulia concede finanziamenti per lo svolgimento dei compiti e delle attività istituzionali, svolti anche al di fuori del territorio nazionale, alle componenti regionali delle associazioni costituite fra organizzazioni sindacali italiane e delle regioni contermini di paesi membri dell’Unione europea, in attuazione dall’articolo 57 bis, comma 2, della legge regionale 9 agosto 2005, n. 18 (Norme regionali per l’occupazione, la tutela e la qualità del lavoro).

Ritorna all'indice

A chi si rivolge

Soggetti beneficiari del finanziamento sono le organizzazioni sindacali del Friuli Venezia Giulia componenti delle associazioni costituite fra organizzazioni sindacali italiane e delle regioni contermini di paesi membri dell’Unione europea.

Ritorna all'indice

Attività finanziabili

Sono ammissibili a finanziamento le quote delle organizzazioni sindacali da versare per lo svolgimento di attività transfrontaliere promosse o realizzate dalle associazioni costituite fra organizzazioni sindacali italiane e delle regioni contermini di paesi dell’Unione europea nell’anno civile indicato nella domanda.

Tra le spese ammissibili rientrano, a titolo esemplificativo, quelle sostenute per: la realizzazione di ricerche e studi; l'acquisizione di servizi concernenti la realizzazione di attività di comunicazione o attività divulgative e pubblicitarie; servizi di traduzione e interpretariato; progettazione, redazione e stampa di pubblicazioni o di materiale promozionale; consulenze professionali; spese per l'affitto e la manutenzione di locali destinati allo svolgimento di attività istituzionale; missioni del personale.

Per l' elenco completo delle spese ammissibili si rimanda all' art. 6 del Regolamento regionale approvato con Delibera di Giunta n.474 del 26 marzo 2021 disponibile nella sezione Documentazione.

 

Ritorna all'indice

Risorse finanziarie

La dotazione finanziaria per l’anno 2021 è pari ad euro 80.000,00.

L’ammontare del finanziamento è determinato nella misura massima dell’80 per cento della quota che le organizzazioni sindacali versano per lo svolgimento di attività transfrontaliere promosse o realizzate dalle associazioni costituite fra organizzazioni sindacali italiane e delle regioni contermini di paesi dell’Unione europea nell’anno civile indicato nella domanda, fino ad esaurimento delle risorse assegnate nell'esercizio finanziario di riferimento.

Ritorna all'indice

Come aderire

Per aderire è necessario presentare la domanda di finanziamento al Servizio Politiche del Lavoro della Direzione centrale Lavoro, Formazione, Istruzione e Famiglia competente in materia di lavoro, entro il termine perentorio del 31 gennaio di ciascun anno.

La domanda di adesione deve essere corredata da

a) copia dello statuto dell’associazione costituita fra organizzazioni sindacali italiane e delle regioni contermini di paesi membri dell’Unione europea di cui l’organizzazione sindacale è componente
b) elenco del personale dell’organizzazione sindacale incaricato a svolgere attività presso le associazioni costituite fra organizzazioni sindacali italiane e delle regioni contermini di paesi dell’Unione europea.

La domanda di finanziamento va redatta utilizzando la modulistica pubblicata nella sezione Documentazione di questa pagina, e trasmessa a mezzo PEC all’indirizzo lavoro@certregione.fvg.it

Per il solo anno 2021, il termine per la presentazione della domanda di finanziamento è fissato nel termine perentorio di trenta giorni dalla data di entrata in vigore della Legge regionale 6 agosto 2021, n. 13, avente ad oggetto “Assestamento del bilancio per gli anni 2021-2023 ai sensi dell’a rticolo 6 della legge regionale 10 novembre 2015, n. 26”, ovvero alla sua entrata in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione (4° SUPPLEMENTO ORDINARIO n. 28 DELL’ 11 agosto 2021 AL BOLLETTINO UFFICIALE N. 32 DELL’ 11 agosto 2021).

Per il solo anno 2021 sono ammissibili le quote versate e le spese sostenute a partire dal 1 gennaio 2021 (art. 71 della LR 6/2021)

Ritorna all'indice

Informazioni e contatti

Per informazioni contattare:

Alessia Vetere
tel 0432 279979
email: alessia.vetere@regione.fvg.it
PEC: lavoro@certregione.fvg.it

Ritorna all'indice