Bando per la concessione di finanziamenti in conto capitale per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria finalizzati alla messa a norma di impianti tecnologici o al conseguimento del risparmio energetico relativi alla prima casa [Bando 2015].

Bando per la concessione di finanziamenti in conto capitale di cui all’articolo 10, commi da 44 a 50 della legge regionale 30 dicembre 2008, n. 17 (legge finanziaria 2009) per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria finalizzati alla messa a norma di impianti tecnologici o al conseguimento del risparmio energetico relativi alla prima casa.

Il termine per la presentazione delle domande è scaduto.

Graduatorie

Con deliberazione della Giunta regionale n. 2359 del 27 novembre 2015 sono state approvate le graduatorie delle domande ammissibili (con l’evidenza delle domande finanziabili), sia con riguardo alle domande relative ad interventi con una spesa prevista fino a € 6.000,00, che sono risultate tutte finanziabili (ALLEGATO A) sia con riguardo alle domande relative ad interventi con spesa superiore ad € 6.000,00 (ALLEGATO B), finanziabili attualmente fino alla posizione 1064. Contestualmente è stato approvato l’elenco delle domande non ammissibili (ALLEGATO C).
Ai beneficiari sarà data comunicazione dell’avvenuta concessione del contributo mediante lettera raccomandata, rendendo disponibile la modulistica da utilizzare per ottenere l’erogazione del contributo.

Elenco alfabetico domande valide

Graduatoria definitiva alta con evidenza criteri
Graduatoria definitiva bassa con evidenza criteri
 

Ritorna all'indice

Chi può beneficiare del contributo (art. 2 del Regolamento)

Sono beneficiari dei contributi i soggetti privati proprietari o comproprietari di immobili nei quali abbiano la residenza anagrafica al momento della domanda e la conservino fino all’erogazione del contributo.
Chi ha già usufruito di contributi ai sensi della medesima legge, può presentare domanda solamente per una tipologia di intervento diversa da quella per la quale ha già ottenuto il benefici regionali in argomento.
 

Ritorna all'indice

Interventi finanziabili (art. 3 del Regolamento)

Interventi di manutenzione straordinaria limitatamente ad una o più delle seguenti tipologie:

a) messa a norma di impianti di utilizzazione dell’energia elettrica;
b) realizzazione di impianti domotici finalizzati all’ottimizzazione dei consumi energetici;
c) installazione di impianti solari termici di cui all’articolo 16, comma 1, lettera m) della legge regionale 11 novembre 2009, n. 19 (Codice regionale dell’edilizia);
d) installazione di impianti solari fotovoltaici di cui all’articolo 16, comma 1, lettera m) della legge regionale 19/2009 con eventuale sistema di accumulo ad energia solare o installazione di accumulatore ad energia solare nel caso di impianti esistenti;
e) installazione di impianti geotermici;
f) installazione di caldaie finalizzate al riscaldamento dell’abitazione e relativo eventuale adeguamento dell’impianto;
g) realizzazione dell’isolamento termico, relativamente al solaio di copertura o del sottotetto;
h) realizzazione dell’isolamento dell’involucro edilizio di cui all’articolo 16, comma 1, lettera l) della legge regionale 19/2009, relativamente alle pareti esterne verticali;
i) sostituzione di serramenti.
 

Ritorna all'indice

Entità del contributo (art. 6, comma 1 del Regolamento)

Il contributo è assegnato con il procedimento valutativo a bando di cui all’articolo 36 della legge regionale 20 marzo 2000, n. 7 (Testo unico delle norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso) nei limiti delle disponibilità finanziarie previste, nella misura del 50 per cento della spesa ritenuta ammissibile, e comunque, nell’importo non superiore a 10.000,00 euro.

Ritorna all'indice

Divieto di cumulo dei contributi (art. 8 del Regolamento)
 

I contributi concessi per le finalità di cui all’articolo 1 del Regolamento non sono cumulabili con altre contribuzioni o incentivi o detrazioni fiscali aventi la stessa finalità.

Ritorna all'indice

Spese ammissibili (art. 6, comma 2 del Regolamento)

Sono ammissibili a contributo le spese relative alla forniture e relativa posa in opera, comprensive degli eventuali allacciamenti, IVA e degli eventuali oneri di progettazione generali e di collaudo, compresa la redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica (A.P.E.) dell’immobile, di importo complessivo non inferiore a 3.000,00 euro, sostenute dopo la presentazione della domanda.

Ritorna all'indice

Modalità e termini di presentazione delle domanda (art. 3 del Bando 2015)

Il termine per la presentazione delle domande è scaduto l’8 settembre 2015. Sono ritenute valide le domande che risultano spedite entro tale termine e pervengano agli uffici competente entro i 15 giorni successivi, esclusivamente con le seguenti modalità:

1. con posta raccomandata ai seguenti indirizzi:

a. per i residenti nelle province di Gorizia e Trieste:
Direzione centrale infrastrutture, mobilità, pianificazione territoriale, lavori pubblici, edilizia Servizio edilizia, sede periferica di Gorizia, Via Roma,7 - 34170 Gorizia;

b. per i residenti nella provincia di Pordenone:
Direzione centrale infrastrutture, mobilità, pianificazione territoriale, lavori pubblici, edilizia Servizio edilizia, sede periferica di Pordenone, Via Oberdan,18 - 33170 Pordenone;

c. per i residenti nella provincia di Udine:
Direzione centrale infrastrutture, mobilità, pianificazione territoriale, lavori pubblici, edilizia Servizio edilizia, sede periferica di Udine, Via Sabbadini, 31 - 33100 Udine;
Ai fini del rispetto del termine di cui al punto 1 fa fede il timbro postale di spedizione e la domanda si intende presentata in tempo utile se pervenuta all’indirizzo indicato entro i quindici giorni successivi alla scadenza del termine.

2. a mezzo di P.E.C: (Posta Elettronica Certificata), nel caso in cui la domanda sia intestata ad un unico proprietario, coincidente con il titolare di indirizzo di posta elettronica certificata, in conformità alle norme vigenti in materia e nel rispetto del regime fiscale vigente sull’imposta di bollo, al seguente indirizzo: territorio@certregione.fvg.it .
In tal caso, l’assolvimento dell’imposta di bollo è effettuato attraverso versamento con modello F23 (codice tributo 456T, codice ente attribuito dall’Agenzia delle Entrate alla provincia in cui si effettua il pagamento), contenente nel campo “estremi dell’atto o del documento” l’indicazione “Bando 2015 –ESM”.

La data di ricevimento della domanda inviata a mezzo di P.E.C. è determinata dalla data della ricevuta di accettazione della P.E.C. che comprova l’avvenuta spedizione del messaggio con in allegato la relativa domanda di contributo.

3. Alla domanda è allegata, pena l'archiviazione, fotocopia di un documento di identità in corso di validità dei richiedenti.
 

Ritorna all'indice

Criteri di priorità formazione della graduatoria (art. 10 del Regolamento)

 

Le graduatorie sono formate dando priorità alle domande che raggiungono il maggior punteggio, secondo i seguenti criteri:

  PUNTI
a) messa a norma di impianti di utilizzazione dell’energia elettrica 6
b) realizzazione di impianti domotici finalizzati all’ottimizzazione dei consumi energetici 5
c) installazione di impianti solari termici di cui all’articolo 16, comma 1, lettera m) della legge regionale 19/2009 3
d) installazione di impianti solari fotovoltaici di cui all’articolo 16, comma 1, lettera m) della legge regionale 19/2009 con eventuale sistema di accumulo ad energia solare o installazione di accumulatore ad energia solare nel caso di impianti esistenti 4
e) installazione di impianti geotermici 7
f) installazione di caldaie finalizzate al riscaldamento dell’abitazione e relativo eventuale adeguamento dell’impianto 8
g) realizzazione dell’isolamento termico, relativamente al solaio di copertura o del sottotetto 10
h) realizzazione dell’isolamento dell’involucro edilizio di cui all’articolo 16, comma 1, lettera l) della legge regionale 19/2009, relativamente alle pareti esterne verticali 12
i) sostituzione di serramenti 9
   

 In aggiunta al punteggio totale raggiunto in base agli interventi previsti in domanda, è possibile ottenere ulteriori 8 punti nel caso in cui gli stessi abbiano le caratteristiche richieste dalla normativa nazionale per l’attribuzione di TEE - Titoli di Efficienza Energetica (certificati bianchi).

  PUNTI
j) realizzazione di almeno uno degli interventi di cui alle lettere precedenti, con caratteristiche tecniche che consentano il rilascio di titoli di efficienza energetica (certificati bianchi) 8

A parità di punteggio, viene data priorità alle domande ordinate in base ai seguenti criteri sussidiari:

a) minore importo di spesa complessiva prevista;
b) maggior numero di interventi;
c) data e ora di spedizione della domanda;
d) sorteggio.
 

Ritorna all'indice

Erogazione del contributo

Erogazione del contributo: ad avvenuta esecuzione di tutti gli interventi indicati nella domanda, l’erogazione viene disposta, a seguito della presentazione della documentazione prevista dall’articolo 12 del regolamento, sulla base della modulistica trasmessa agli interessati. Tale documentazione deve essere trasmessa tassativamente entro 18 mesi dalla data di ricevimento della lettera raccomandata che allega il provvedimento di concessione del contributo. Eventuali necessità di proroga di tale termine devono essere rappresentate per iscritto prima della scadenza del termine.

Ritorna all'indice

Certificati Bianchi (art. 2, comma 4 del Bando)

L’attribuzione del punteggio aggiuntivo previsto dall’articolo 10 del regolamento, per gli interventi realizzati nel rispetto delle caratteristiche tecniche (nella versione vigente al momento della realizzazione degli interventi) e attualmente specificate nell’“Allegato 3 - Schede tecniche” al bando, che consentono il rilascio di titoli di efficienza energetica (certificati bianchi) è riferito agli interventi indicati nel regolamento, sulla base delle corrispondenze riportate nell’ “Allegato 2 -Tabella di raffronto (certificati bianchi)”.

Si evidenzia che il beneficiario dei contributi in argomento non può rilasciare ad alcun altro soggetto (diverso dall’Amministrazione regionale) autorizzazione o dichiarazione “liberatoria” per l’utilizzo del risparmio energetico ottenuto con la realizzazione degli interventi, ai fini del rilascio di certificati bianchi (art. 8, comma 1 bis del regolamento).

Ritorna all'indice

Informazioni

 

Orari per informazioni (telefoniche o di persona):
da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.00.

Le risposte ad eventuali e-mail potranno essere fornite anche telefonicamente.

_______________________________________________
Per le domande riferite alla provincia di PORDENONE :

 NOME TELEFONO E-MAIL
Cristiano Alzetta 0434 529423 cristiano.alzetta@regione.fvg.it
Maria Bruna 0434 529408 maria.bruna@regione.fvg.it
Loredana Parussini 0434 529409 loredana.parussini@regione.fvg.it
Elisabetta Perissinot (coordinatrice) 0434 529417 elisabetta.perissinot@regione.fvg.it
Elena Marchi (pos.ne organizzativa) 0434 529422 elena.marchi@regione.fvg.it 
 INDIRIZZO:  PORDENONE  Via Oberdan,18


_______________________________________________
Per le domande riferite alla provincia di UDINE:
 NOME TELEFONO E-MAIL
Virginia Cos 0432 555013 virginia.cos@regione.fvg.it
Franca Del Giudice 0432 555915 franca.delgiudice@regione.fvg.it
Patrizia Fidenato 0432 555131 patrizia.fidenato@regione.fvg.it
Paola Iacobazzi 0432 555011 paola.iacobazzi@regione.fvg.it
Giuliana Infanti 0432 555051 giuliana.infanti@regione.fvg.it
Anna Lojacono (coordinatrice)  0432 555082 anna.lojacono@regione.fvg.it
Raffaella Milesi (pos.ne organizzativa)  0432 555095 raffaella.milesi@regione.fvg.it
Caterina Rizzi   0432 555064 caterina.rizzi@regione.fvg.it
 INDIRIZZO:  UDINE  Via Sabbadini, 31
 
_______________________________________________
Per le domande riferite alle province di GORIZIA e TRIESTE
:
 NOME TELEFONO E-MAIL
Marrico Cian 0481 386330 marrico.cian@regione.fvg.it
Milena Tirelli (coordinatrice)  0481 386364 milena.tirelli@regione.fvg.it
 INDIRIZZO:  GORIZIA  Via Roma 7

Ritorna all'indice