In tutte le fasi del Programma Operativo è assicurato il coinvolgimento delle parti economiche e sociali e degli altri portatori di interesse.

L'Amministrazione regionale assicura il coinvolgimento delle Parti economiche e sociali e degli altri portatori d'interessi in tutte le fasi di preparazione, attuazione, sorveglianza e valutazione del Programma Operativo, in coerenza con quanto previsto al paragrafo VI.2.2 del Quadro Strategico Nazionale (QSN).

La Regione (tenuto conto dell'art. 11 del Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio) ha stabilito che, durante il periodo 2007-2013, ai fini del partenariato verranno consultati i Tavoli "istituzionale" e "socio-economico" (deliberazione della Giunta regionale n.2562 del 27 ottobre 2006).

Nella fase attuativa, il partenariato locale, con le modalità individuate dall'Autorità di Gestione, è coinvolto nelle decisioni riguardanti la preparazione, la modifica e l’elaborazione di strategie finalizzate alla costruzione e messa in opera delle azioni co-finanziate. Il partenariato, inoltre, è soggetto privilegiato delle informazioni sull'andamento del POR e, al tempo stesso, è coinvolto nelle attività di informazione, diffusione e conoscenza delle attività del POR, nel rispetto delle sue norme di attuazione.

- D.G.R. n. 2562 del 27 ottobre 2006 – indirizzi procedurali per la redazione dei documenti di programmazione.
Scarica documento